• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Napoli > Napoli-Juventus, Cannavaro: "Dovremo essere grandissimi, che non ci sia un'altra Pechino&qu

Napoli-Juventus, Cannavaro: "Dovremo essere grandissimi, che non ci sia un'altra Pechino"

Il capitano presenta la super sfida di domani sera al 'San Paolo'


Paolo Cannavaro (Getty Images)
Marco Di Federico

28/02/2013 10:11

NAPOLI JUVENTUS CANNAVARO RIZZOLI PECHINO / NAPOLI - Il Napoli sperava di arrivare allo scontro diretto con uno svantaggio inferiore ai 6 punti attuali. Contro Sampdoria e Udinese, però, sono arrivati solo due pareggi: domani sera deve solo battere la Juventus se vuole riaprire il discorso Scudetto. Paolo Cannavaro presenta la super sfida del 'San Paolo': "Ce la giochiamo, sapendo che sarà una sifda particolarissima. - ha detto il capitano al 'Corriere dello Sport' - Sarà una sfida maschia, ricca di tensioni e speriamo anche bella. Loro sono i favoriti, perchè campioni d'Italia e perchè sono i capolista. Noi non siamo in affanno, lunedì abbiamo dominato e contro la Samp ci ha fermato un palo. Solo la Juventus resiste ai cali fisici e psicologoci: sarà per questo che sono i più bravi".

SCUDETTO "La Juventus ha una voglia di imporsi che nessun'altra squadra ha, ma mancano ancora tante partite ed in più c'è la Champions. Finora avete visto complessivamente un grande Napoli, ma venerdì sera dovremo essere grandissimi".

BUFFON "Se devo sciegliere un giocatore da togliere loro dico Buffon. Perchè quando ti sei inventato un'azione per superare la loro organizzazione, hai sempre quel mostro in porta da battere. Il più forte di tutti i tempi. Un ragazzo straordinario anche dal punto di vista umano".

ARBITRO "Non ne parlo mai, non amo farlo, ma messa così va bene: spero che chiunque diriga non voglia essere protagonista come accaduto invece a Pechino. Ci stanno gli errori, ma il ruolo da protagonisti è dei calcaitori".




Commenta con Facebook