• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Mercato Juventus, Marchisio: "Conte vuole l'estero come me, ma non ora". Poi sul Napol

Mercato Juventus, Marchisio: "Conte vuole l'estero come me, ma non ora". Poi sul Napoli e Champions...

Il centrocampista bianconero teme Cavani: "Pero' a me piace moltissimo il modo di giocare di Hamsik"


Claudio Marchisio (Getty)
Santa Colella

28/02/2013 08:17

MERCATO JUVENTUS MARCHISIO SU FUTURO CONTE, PROPRIO FUTURO, SFIDA NAPOLI E CHAMPIONS / TORINO - Intervistato da 'La Gazzetta dello Sport', Claudio Marchisio è tornato a parlare del suo "odio" nei confronti del Napoli. Poi ha analizzato la sfida di venerdì al San Paolo ammettendo di temere Cavani e Hamsik. Il centrocampista bianconero ha infine parlato di Champions e del futuro suo e di Conte.

NAPOLETANI POCO SIMPATICI - "Non sono razzista. Assurdo, mai vista una strumentalizzazione simile. In quell'intervista indicai il Napoli come avversaria più credibile e pericolosa della Juve. Da due anni ci giochiamo tutto in Italia, le nostre partite sono sempre state durissime, come la finale di Coppa Italia e la Supercoppa in particolare. E' normale che oggi sia questa la sfida che fa scattare qualcosa in più dentro a un giocatore. Io parlavo del Napoli squadra, non dei napoletani o di Napoli città".

SCUDETTO IN MANO CON I 3 PUNTI? - "Non scherziamo, dopo la gara di Napoli ci sono altre undici giornate, nelle quali ci attendono partite pericolosissime contro Inter, Milan e Lazio per esempio, e poi c'è sempre la variabile infortuni. Anche prima di Natale tutto sembrava chiuso, almeno così dicevate voi".

PAREGGIO? - "Finiremmo male se pensassimo una cosa simile. Abbiamo una mentalità ben precisa, che esalta al meglio lavoro e caratteristiche della squadra. Quindi, anche al San Paolo andremo per fare la partita, per vincere e basta, altro che calcoli".

PERICOLI MAGGIORI - "Cavani su tutti, è naturale. Però, a me piace moltissimo il modo di giocare di Hamsik. In generale, comunque, il Napoli è una squadra organizzata, pericolosa e anche fisica. Non è lassù per caso".

MARCHISIO CRESCE - "Non si finisce mai di crescere, la piena maturità la conquisti solo col tempo. Di certo, comunque, lo scudetto e l'ottimo Europeo di tutta la Nazionale hanno aiutato non solo il sottoscritto, ma gran parte dei miei compagni a fare un salto di qualità importante: certi risultati danno sicurezza e consapevolezza nei propri mezzi".

MILAN IN CHAMPIONS CONTRO IL BARCELLONA - "In Europa tutto diventa possibile. Poi non mi dispiacerebbe un quarto di finale fra noi e i rossoneri. Fermo restando che nessuno, qui a Torino, dà per scontato il passaggio del turno con il Celtic".

CONTE PREMIER? - "Io durante la settimana non vedo un allenatore con la valigia pronta. Poi è normale che in futuro il mister ambisca ad allenare all'estero. Anche a me non dispiacerebbe provare nuove esperienze fra qualche anno, anche se la mia priorità resterà sempre la Juve".

QUALE CAMPIONATO SCEGLIEREBBE? - "Più Bundesliga di Premier. Amo il calcio tedesco, i loro impianti modernissimi, sempre pieni, e apprezzo la mentalità di un tifoso che non lascia lo stadio nemmeno quando la propria squadra è sotto di quattro gol".

 

 




Commenta con Facebook