• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI BOLOGNA-FIORENTINA

PAGELLE E TABELLINO DI BOLOGNA-FIORENTINA

Il sinistro di Diamanti cambia il match, Savic e' protagonista in negativo della rimonta rossoblu'


Alessandro Diamanti (Getty Images)
Stefano Silvestri

26/02/2013 23:10

 

PAGELLE E TABELLINO DI BOLOGNA-FIORENTINA / BOLOGNA – Primo tempo viola, ripresa nettamente rossoblù: ecco, in poche parole, l’andamento del match. Finché Ljajic regge, la Fiorentina è uno spettacolo: il serbo segna e dispensa pillole di qualità, in collaborazione con Aquilani e Borja Valero. Poi entra in scena Alino Diamanti, e per Montella sono dolori. Il livornese ispira, ma a segnare sono due insospettabili: il contestato Motta e il debuttante greco Christodoulopoulos. Anche grazie a una retroguardia, con Savic in evidenza, particolarmente svagata.  

 

BOLOGNA

Curci 6,5 – Non copre bene il primo palo venendo uccellato da Ljajic, ma nel finale si riscatta sul veleno di Jovetic.

Motta 6 – Nel primo tempo non si sovrappone mai, irritando il pubblico e Diamanti. Si riscatta segnando l’1-1. Dal 72’ Garics 6 – Entra in un momento in cui la Fiorentina ha terminato la benzina, e allora può permettersi di giocare in scioltezza.

Antonsson 6,5 – Nel primo tempo, quando pare che il Bologna possa affondare, ci mette una pezza tenendo in piedi la difesa.  

Cherubin 5,5 – Cuadrado e Jovetic lo scherzano in più di un’occasione, in particolar modo in un primo tempo di marca viola.

Morleo 6 – Timido in avvio, quando raramente passa la metà campo, poi sale di tono duettando con Diamanti e guadagnandosi la punizione da cui scaturisce il pari.

Perez 6,5 – Si fa in quattro, correndo anche per i compagni e tentando di recuperar continuamente palloni. Esce per un risentimento muscolare. Dal 48’ Taider 6 – Controlla la propria zolla di campo provando per due volte la conclusione insidiosa.

Khrin 6 – Prestazione senza infamia né lode. Si limita a presidiare la propria zona senza sbavature.

Kone 6,5 – Piazzato a destra da Pioli, non risente del nuovo ruolo. Motta lo supporta poco, e allora il greco deve spesso far tutto da solo.

Diamanti 7 – Gara dai due volti: sbaglia e si arrabbia nel primo tempo, poi è semplicemente imprendibile nella ripresa. Non a caso è dal suo sinistro che nascono le reti della rimonta.

Gabbiadini 6,5 – Un palo sfortunato per scaldarsi, poi sulla sinistra escono quasi sempre discrete giocate. Dal 69’ Christodoulopoulos 7 – L’esordio perfetto: gli basta un quarto d’ora per spaventare Viviano e poi batterlo, facendo felice una squadra e una città.

Gilardino 6 – Vuole il gol dell’ex ma non lo trova. Però spaventa Viviano avventandosi su tutti i palloni.

All. Pioli 7 – Il gran secondo tempo del suo Bologna rivolta come un calzino un match che pareva incanalato verso Firenze. E la classifica si fa più serena.

 

FIORENTINA

Viviano 6 – Salva su Gilardino, poi nulla può in occasione delle reti rossoblù. Lì è la sua difesa a toppare.

Tomovic 5,5 – Parte facendo le cose semplici, poi la ripresa è un incubo pure per lui: Diamanti si sposta con costanza dalle sue parti e lo fa impazzire.

Rodriguez 5,5 – Poco meglio del compagno di reparto, ma pure lui va in apnea nella ripresa dopo un primo tempo relativamente tranquillo.

Savic 5 – Male in disimpegno, ma soprattutto è protagonista negativo delle due reti bolognesi: si perde Motta, poi rinvia timidamente di testa permettendo a Christodoulopoulos di calciare.

Pasqual 6,5 – Uno dei meno colpevoli nel ko viola. Sulla sinistra gioca sempre buoni palloni. Dall’89’ Larrondo s.v.

Borja Valero 6,5 – Vederlo giostrare col pallone tra i piedi è sempre un bel vedere. In assenza di Pizarro, dà tranquillità e ordine al centrocampo viola.

Migliaccio 6 – Deve rimpiazzare Pizarro: non il compito più semplice del mondo. Perde subito un pallone suicida, poi è intelligente nell’azione del gol. Dall’86’ Toni 5,5 – Si mangia un gol di testa che uno come lui non dovrebbe fallire. Imperdonabile quasi come la topica di Cuadrado.

Aquilani 6,5 – Con lui, così come con Borja Valero, la palla è in banca. Ogni tanto ha un po’ troppa fretta nel calciare.

Cuadrado 5,5 – Sarebbe tra i migliori, perché a dare velocità alla squadra, assieme a Ljajic, c’è lui. Ma si mangia un gol impossibile da sbagliare.

Jovetic 5,5 – Va a sprazzi, come spesso gli accade. È oscurato dalla stella di uno splendido Ljajic.

Ljajic 7 – Primo tempo monumentale: segna e fa impazzire gli avversari, che non lo fermano quasi mai. Poi cala pure lui nella ripresa. Dopo l’episodio con Delio Rossi è un giocatore ritrovato. Dall’83’ Sissoko s.v.

All. Montella 5,5 – Primo tempo avvolgente, poi i suoi si perdono. La Viola dà sempre l’impressione di voler entrare in palla con la porta, e non sempre è un bene.

 

Arbitro Guida 6,5 – La gara è tesa, anche se i giocatori la mantengono sui binari della correttezza. Lui la controlla col pugno di ferro, ammonendo molto.

 

TABELLINO

BOLOGNA-FIORENTINA 2-1

Bologna (4-2-3-1): Curci, Motta (dal 73’ Garics), Antonsson, Cherubin, Morleo, Perez (dal 48’ Taider), Khrin, Kone, Diamanti, Gabbiadini (dal 69’ Christodoulopoulos), Gilardino. All. Pioli

Fiorentina (4-3-3): Viviano, Tomovic, Rodriguez, Savic, Pasqual (dall’89’ Larrondo), Borja Valero, Migliaccio (dall’86’ Toni), Aquilani, Cuadrado, Jovetic, Ljajic (dall’83’ Sissoko). All. Montella

Arbitro: Guida

Marcatori: 27’ Ljajic (F), 58’ Motta (B), 84’ Christodoulopoulos (B)

Ammoniti: 29’ Antonsson (B), 45’ Diamanti (B), 52’ Gabbiadini (B), 57’ Cuadrado (F), 87’ Aquilani (F)

 




Commenta con Facebook