• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > Atalanta-Roma, Andreazzoli: "Conoscevo benissimo i problemi che c'erano, non sono solo un t

Atalanta-Roma, Andreazzoli: "Conoscevo benissimo i problemi che c'erano, non sono solo un tattico"

L'allenatore giallorosso: "Con Zeman non c'e' stata la scintilla"


Aurelio Andreazzoli (Getty Images)
Marco Di Federico

25/02/2013 10:35

ATALANTA ROMA ANDREAZZOLI TATTICO TOTTI ZEMAN / ROMA - Roma rinata grazie al lavoro di Aurelio Andreazzoli. Dopo la sconfitta all'esordio sul campo della Sampdoria, sono arrivate due vittorie di fila che hanno rasserenato un ambiente che era allo sbando. "Ieri abbiamo raggiunto un risultato importante, in un ambiente non ideale per noi per le condizioni proibitive del terreno di gioco visto che siamo più una squadra da fioretto che da sciabola. - le sue parole a 'Radio Anch'io lo Sport' - Il calcio è una cosa seria, a volte non va preso sul serio ma comunque deve essere affrontato in tutte le sue peculiarietà. Ho affincato personaggi importanti in panchina in Serie A, ma ho anche allenato nelle serie minori che mi hanno dato tanta esperienza. Ho maturato la mia idea del calcio, che è un po' il sunto di 30 anni di attività".

STEKELENBURG - "Lo vedo lavorare tutti i giorni, ci mette grande entusiasmo e sta raggiungendo risultati importanti. Se abbiamo battuto la Juventus il merito è della sua parata sulla punizione di Pirlo: solo lui può fare una parata così. Si è inserito perfettamente nel contesto che gli chiedo, ha cominciato a dimostrare il suo reale valore".

AMBIENTE - "Vivo da 8 anni a Trigoria, la mia famiglia è a Massa Carrara quindi abito e dormo nel centro sportivo e conosco tutto di quello che ruota attorno alla Roma. É un ambiente particolare, la situazione si era fatta pesante ma io conoscevo benissimo i problemi che si erano creati, che non riguardavano solo il campo. Abbiamo ricreato un bel gruppo di lavoro. Sono sempre stato dietro le quinte, faccio quello che mi chiedono. Ora sono in prima linea e ho più soddisfazioni, ma non è cambiato nulla".

ZEMAN - "Parlare di tattico non mi piace, è molto limitativa come definizione. Sono una persona a disposizione di chi viene ad allenare la Roma. Era così con Luis, lo è stato con Zeman. Offro la mia collaborazione a chi me la chiede. All'interno di un gruppo deve scoccare la scintilla, con Zeman non c'è stata. Poi tutto è diventato complicato, ma è anche vero che ha espresso in alcune gare un calcio meraviglioso".

DE ROSSI - "Ha bisogno di tempo, non è stato bene fisicamente e quindi non può esprimersi al meglio. Avremo bisogno di un paio di settimane e tornerà ad essere il campione che conoscevamo".




Commenta con Facebook