• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Juventus-Siena, Conte esplode: "Fischi inopportuni. Voglio allenare all'estero"

Juventus-Siena, Conte esplode: "Fischi inopportuni. Voglio allenare all'estero"

Le parole rilasciate al termine dell'incontro dal tecnico bianconero


Antonio Conte (Getty Images)
Andrea Branco

24/02/2013 18:40

JUVENTUS SIENA ANALISI CONTE / TORINO - La Juventus batte il Siena e si porta provvisoriamente a +7 sul Napoli che domani sarà impegnato a Udine. Prestazione convincente da parte degli uomini di Conte che si impongono 3-0 con le reti di Lichtsteiner, Giovinco e Pogba: "C'e' stato un buon approccio da parte nostra, avevo molto rispetto del Siena che ha tutto per salvarsi e veniva da grandi risultati -spiega nella sua analisi il tecnico capolista-. Abbiamo tenuto alta la tensione e i ragazzi sono stati bravi. Siamo contenti per il gol nato dalla punizione perchè prepariamo minuziosamente tutti i dettagli delle partite".

FISCHI A GIOVINCO - "Allo Juventus Stadium si è presa la cattiva abitudine di fischiare chi sbaglia, anche al minimo appoggio. Trovo ingiustificato e inopportuno sentire dei fischi quando c'è un errore tecnico. La squadra lavora ed è in salute, sia negi titolari che nei panchinari. Peluso ha fatto una grandissima partita".

DODICI FINALI - "Sono contento del gruppo, i ragazzi sono disponibili e seguono, il nostro obiettivo possiamo raggiungerlo solo attraverso il lavoro e la fatica, e il gruppo l'ha capito: questo mi lascia molto sereno. Mancano 12 finali per il campionato. Rivincere in Italia sarà molto difficile per varie ragioni, ne resto convinto".

INTER-MILAN - "Il derby di Milano lo vedrò in maniera molto serena dopo la nostra vittoria. il Milan ha aperto un nuovo ciclo con grandi giocatori. L'antidoto a qualsiasi rimonta per noi è vincere. Onore al Milan e ad Allegri per la partita con il Barcellona. Nel campionato italiano ci sono grandi allenatori".

IPOTESI ESTERO - "La mia ambizione per il il futuro è allenare all'estero, ma in questo momento penso alla Juventus e fare quanto di meglio possibile in Italia e in Europa. Gli attestati di stima certamente fanno piacere".

 




Commenta con Facebook