• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI CAGLIARI-TORINO

PAGELLE E TABELLINO DI CAGLIARI-TORINO

Fuochi d'artificio nel deserto di 'Is Arenas': 7 gol e spettacolo fino all'ultimo secondo. Alla fine la spunta il Cagliari


Gioia sarda (Getty Images)
Marco Macca

24/02/2013 18:10

PAGELLE E TABELLINO DI CAGLIARI-TORINO / CAGLIARI - Nel clima spettrale di un 'Is Arenas' senza pubblico, va in scena la partita della domenica che proprio non ti aspetti. Dopo un primo tempo da sbadigli, ravvivato solo dal gol dal dischetto di Sau, la ripresa di Cagliari-Torino regala ben 6 gol e colpi di scena senza fine. I giocatori di Ventura rialzano la testa in modo feroce, con un 1-2 firmato Cerci-Stevanovic che sembra colorare il match di forti tinte granata. Ma è solo l'inizio. A un quarto d'ora dal termine il colpo di testa di Conti apre le danze, all'87' il rigore di Pinilla sembra regalare la vittoria ai sardi. Ma c'è ancora spazio per due gol: dal dischetto Rolando Bianchi sigla il 3-3, ma a tempo scaduto ancora Daniele Conti manda in visibilio la squadra di Pulga. Un finale pirotecnico. Peccato solo che il tutto sia avvenuto nella solitudine.

 

CAGLIARI

Agazzi 5,5 - Qualche piccola apprensione in area da calcio piazzato nel primo tempo e poco altro. Il gol di Cerci in apertura di ripresa gli procura un traumatico risveglio, e infatti la sua reattività nell'occasione non è il massimo, anche se il mancino dell'esterno torinista è potente e angolato. Sul raddoppio di Stevanovic, da terra, può poco o nulla, steso in terra dopo l'uscita su Bianchi.
 
Pisano 5,5 - In occasione del gol di Stevanovic è fuori posizione e l'ala di Ventura è libera di ribadire in rete.

Rossettini 5,5 - Soffre molto i tagli di Bianchi nella ripresa, quando l'attaccante granata lo prende alle spalle e si ritrova spesso in posizione invitante.

Astori 6 - Qualche ottimo intervento soprattutto nel primo tempo fa sì che la sua prestazione risulti comunque positiva, seppur non perfetta.

Avelar 5 - Dopo un discreto primo tempo, un quarto d'ora di seconda frazione da incubo: Cerci fa il bello e il cattivo tempo e da quelle parti nascono i due gol che ribaltano completamente l'andamento del match. Dal 57' Perico 5,5 - Anch'egli soffre Cerci ma riesce, a differenza di Avelar, a rendersi più pericoloso in avanti.
 
Nainggolan 6 - Qualche spunto in velocità nel tentativo di spaccare il reparto difensivo avversario, anche se poche volte con successo.

Conti 7 - Sul suo impegno e la sua dedizione in mezzo al campo si può scommettere, anche se a volte si lascia andare a inutili e duri interventi che in teoria potrebbero condizionarne il match. Nella pratica però, una doppietta incredibile che regala una storica vittoria ai suoi.
 
Ekdal 5,5 . Gioca nell'ombra e nell'ombra rimane, risultando poco propositivo e il più delle volte avulso dalla manovra di squadra.

Cossu 6 - Accorcia in mediana per respirare e cercare palloni giocabili. Manca delle necessaria inventiva in zona calda, ma fa il suo. Dal 85' Cabrera s.v
 
Sau 6,5 - Uno di quelli che si propone di più e da un suo tentativo di tiro in area arriva il fischio che decreta il rigore. Dal dischetto, con qualche difficoltà, il folletto sardo non fallisce e arricchisce il suo bottino già prelibato di gol, seppur con qualche brivido visto il tocco di Gillet. Un giocatore ormai imprescindibile.
 
Ibarbo 5 - Non riesce mai a partire perché pressato tenacemente in ogni zona del campo. Spalle alla porta la sua velocità proverbiale è neutralizzata e il suo apporto in zona gol è quasi nullo. Dal 65' Pinilla 7 - Entra in campo col giusto piglio, con un paio di buona sponde e guadagnando qualche fallo prezioso. Si procura nel finale il rigore della vittoria (con relativa espulsione di Ogbonna) che realizza con freddezza.

All. Pulga 6,5 - A volte non spettacolare, altre davvero divertente. Una vittoria incredibile in una partita incredibile che consegna punti preziosissimi in classifica e che allontana le sabbie mobili della zona retrocessione. Voglia di reagire sempre e comunque sono il sintomo di una squadra vera, al di là delle vicissitudini fuori dal campo.



TORINO

Gillet 6 - Tocca il rigore di Sau e per poco non riesce a neutralizzarlo. Sul raddoppio di Conti non può davvero nulla, semmai la colpa è dei compagni di reparto che lasciano Conti nell'assoluta solitudine.
 
Darmian 6,5 - Almeno un tempo da grande terzino: propositivo in avanti, attento dietro.

Glik 5,5 - Discreta prestazione per un'ora, ma ha sulla coscienza il pareggio del Cagliari, in quanto lascia solo Daniele Conti in area, libero di incornare e di insaccare.
 
Ogbonna 6 - Prezioso in fase di impostazione e quasi sempre preciso nei disimpegni difensivi.

Masiello 6 - Qualche timida discesa nella metà campo avversaria che fa il paio con una gara tranquilla in contenimento.

Vives 5,5 - Poca personalità nel dettare i tempi di gioco ed eccessivo nervosismo.

Gazzi 6,5 - Ventura in settimana ha dichiarato: "Farò a meno di lui solo quando mi accorgerò che non respira". In partite come queste, si capisce il perché.
 
Cerci 7 - E' davvero l'uomo in più. Ha la straordinaria capacità di eclissarsi per intere frazioni di gioco, per poi uscire dalla penombra e cambiare il corso di una partita. Un gol, un assist e un'altra gara che farà gongolare Ventura e Prandelli. Dal 90' Menga s.v
 
Barreto 5  - Partecipa come di consueto alla manovra palla a terra dei suoi, ma in zona gol non si vede quasi mai. Dal 88' Diop 5 - Non merita il 4 in pagella perché l'espulsione è eccessiva, ma in un minuto non è il modo migliore per presentarsi.
 
Bianchi 6 - Un paio di potenziali occasioni e un'altra prestazione di sacrificio e dedizione che non dispiacerà al suo allenatore.

Stevanovic 6 - Un inizio abulico e un lampo decisivo che porta in vantaggio i suoi. Che sia l'inizio della sua rinascita? Dal 67' Birsa 5,5 - A volte stringe troppo il suo raggio d'azione, infilandosi in un vicolo cieco di maglie rossoblu che non gli permettono di destreggiarsi al meglio.
 
All. Ventura 6 - Dopo una prima frazione poco ragionata e manovrata, suona la carica e a sua squadra reagisce al meglio, centrando la porta avversaria due volte in un quarto d'ora. Nel finale qualche errore e un po' di stanchezza fanno compromettono una partita che sembrava indirizzata verso i giusti binari.



ARBITRO Peruzzo 5,5 - Il rigore in favore del Cagliari ci può stare, dato che Ogbonna interviene in maniera scomposta, sbilanciando Sau pronto a calciare. Ma, qualche minuto prima, proprio su Ogbonna, in mischia un difensore rossoblu entra non toccando il pallone e stendendo il centrale granata. Peruzzo, posizionato adeguatamente, preferisce colpevolmente lasciar proseguire. In apertura di match il tackle di Conti è davvero duro. Giusto comunque ammonire. Il secondo penalty su Pinilla c'è e di conseguenza anche l'espulsione per Ogbonna. Molto probabilmente eccessivo il rosso al giovane Diop, la cui presunta manata è comunque non cattiva e volta a proteggere lo spazio. Non evidentissimo invece il rigore concesso al Toro per trattenuta di Astori su Bianchi, che comunque c'è e a termini di regolamento è passibile di sanzione. Non facile arbitrare una partita così.
 



TABELLINO

CAGLIARI-TORINO 4-3

Cagliari (4-3-1-2): Agazzi; Pisano, Astori, Rossettini, Avelar (Dal 57' Avelar); Nainggolan, Conti, Ekdal; Cossu (Dal 85' Cabrera); Sau, Ibarbo (Dal 65' Pinilla). All. Pulga.

Torino (4-2-4): Gillet; Darmian, Glik, Ogbonna, Masiello; Vives, Gazzi; Cerci (Dal 90' Menga), Barreto (Dal 88' Diop), Bianchi, Stevanovic (Dal 67' Birsa). All. Torino.

Marcatori: 37' rig. Sau (CAG), 47' Cerci (TOR), 54' Stevanovic (TOR), 75' e 94' Conti (CAG), 87' rig. Pinilla (CAG), 92' rig. Bianchi (TOR)
 
Ammoniti: 13' Conti (CAG), 48' Stevanovic (TOR), 50' Nainggolan (CAG), 74' Vives (TOR)
 
Espulsi: 86' Ogbonna (TOR) per fallo in chiara occasione da gol, 88' Diop (TOR) per manata ai danni di un avversario.

 




Commenta con Facebook