• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI MILAN-BARCELLONA

PAGELLE E TABELLINO DI MILAN-BARCELLONA

I rossoneri compiono l'impresa e, con una gara ordinata e coraggiosa, piegano lo spauracchio catalano


Boateng nuovamente protagonista (Getty Images)
Stefano Carnevali

20/02/2013 23:38

PAGELLE E TABELLINO DI MILAN-BARCELLONA / MILANO - Miracolo a S. Siro. Con una gara tatticamente perfetta, il Milan contiene e punisce un Barcellona lento e lezioso. Rossoneri promossi in blocco, con punte di merito per Ambrosini e Boateng. Barça molto deludente. Messi disinnescato, Pedro e Fabregas inesistenti.

 

MILAN

Abbiati 6,5 - Sorpendentemente poco impegnato, è sempre sicurissimo.

Abate 7 - Grande primo tempo. Corsa costante e impegno in tutte le due fasi. Cresce, addirittura, nella ripresa, con delle chiusure importantissime.

Zapata 7 - Molto concentrato, fa una bella figura per tutto il primo tempo. Convincente anche in fase di palleggio.

Mexes 6,5 - Sempre sotto pressione. Numerosi interventi al limite. Qualche rischio di troppo palla al piede. Nel complesso efficace. Ripresa maggiormente sicura.

Constant 6,5 - Molto efficace in fase difensiva, è costretto a limitare le sortite al minimo. Ma stasera è giusto così.

Montolivo 7 - Grande avvio. Preciso e deciso in copertura, è anche uno dei pochi rossoneri con qualità sufficiente per uscire a testa alta dal pressing catalano. Buona personalità anche nella ripresa.

Ambrosini 7,5 - Piazzato a protezione della difesa, cerca di guidare il centrocampo. Impresa tutt'altro che facile, viste le note proprietà di palleggio blaugrana, ma espletata alla grandissima. Con un clamoroso mix di coraggio ed esperienza.

Muntari 7 - Ispirato da subito: parte con un bel tiro da fuori e un paio di aperture intelligenti. Dopo un periodo difficile - al rientro dall'infortunio - mette in campo una prestazione coraggiosa e precisa, soprattutto in copertura. E corona il suo match con il grande gol del 2-0.

Boateng 7,5 - Parte largo a destra, ma si accentra spessissimo in posizione da trequartista. E' in crescita, è in partita. Ispira El Shaarawy al 15' e, subito dopo, sfiora un gol da campione sugli sviluppi del corner. Con prontezza, porta in vantaggio il Milan e disputa un secondo tempo di qualità, con tutte le azioni rossonere che passano per i suoi piedi.

Pazzini 6,5 - Gara difficilissima. Palloni ne arrivano col contagocce e gestirli - isolato come è - non è mai semplice. Cresce dopo il vantaggio rossonero, quando riesce a mettere in difficoltà ripetutamente Puyol. Dal 75' Niang 6,5 - Subito decisivo, visto che ha la meglio su Puyol e innesca l'azione del 2-0 per il Milan.

El Shaarawy 7 - Al quarto d'ora non sfrutta la grande intuizione di Boateng, sbagliando l'ultimo tocco davanti a Valdes. Importantissimi i suoi movimenti difensivi, meno buone le scelte durante le ripartenze. Meno quantità, ma più qualità nella ripresa. Come in occasione dell'assist per il 2-0 di Muntari. Dall'87' Traorè SV -.

All: Allegri 8 - Corto e compattissimo (4-5-1 in non possesso), il Milan riesce a imbrigliare il lezioso Barça per 90'. E arrivano anche occasioni in contropiede, dove manca un po' di cattiveria. Si soffre nel primo tempo ma, nella ripresa, la qualità è decisamente superiore. Soprattutto dopo il gol del vantaggio. Gara gestita alla perfezione.

 

BARCELLONA 

Valdes 5,5 - Non compie vere parate, ma in almeno un paio di occasioni, nel primo tempo, è graziato dall'imprecisione dei rossoneri. Nessun tentativo di miracolo sui due gol del Milan.

Dani Alves 5,5 - La spinta è costante. Ma non ha vita facile. El Shaarawy e Constant lo limitano con grande abnegazione. Cala nettamente nella ripresa.

Piquè 5,5 - Meglio in avanti, dove fa valere stazza e centimetri. Dietro non è sempre impeccabile, ma si avvale delle scarse velleità offensive del Milan. 

Puyol 6 - Il Barça attacca a pieno organico e lascia qualche spazio alle ripartenze rossonere. Ed è sempre lui l'uomo dell'ultima chiusura. Secondo tempo molto più complicato, con Pazzini che lo mette spesso in difficoltà, così come Niang. Dall'87' Mascherano SV -.

Jordi Alba 5 - Il meno preciso dei suoi. Ed è un peccato per il Barcellona, visti i reiterati cambi di gioco che fanno parte della manovra catalana.

Xavi 5,5 - Similmente a Iniesta non sbaglia un tocco, ma non si prende mai un rischio vero. Troppo poco per uno come lui.

Busquets 5,5 - Solita presenza fisica: ogni tackle è sempre durissimo. Non brilla per la gestione del pallone.

Fabregas 5 - Si scambia spesso con Messi, nel ruolo di 'finto 9'. Poco efficace per lunghi tratti. Dal 62' Sanchez 6 - Vivace, ha voglia di mettersi in mostra. Risulta da subito il catalano più intraprendenti.

Pedro 5 - Abbastanza anonimo per tutto il primo tempo, in fase offensiva. Nella ripresa è ancora meno incisivo.

Messi 5 - Si abbassa tantissimo, in cerca di palloni e spazio per le sue accelerazioni. Scambi costanti tra fronte destro e centrale dell'attacco. Nel primo tempo, un solo vero spunto. Ripresa ancora meno incisiva. Delusione pesante.

Iniesta 6 - Possesso palla sempre preciso e inattaccabile. Però primo tempo di iniziative timide. Cresce un pochino nella ripresa, ma è lontano dai suoi standard.

All: Roura 5 - Solito gran possesso. Stucchevole, ma totale. Una volta in più, però, a impressionare è la fase di non possesso: il Barça copre tutto il campo e attua un pressing estremamente fastidioso, che non lascia il Milan mai tranquillo in impostazione. In ogni caso ritmi troppo bassi per mettere davvero in apprensione lo schieramento dei rossoneri, sempre molto accorto. Nessun vero cambio di ritmo nemmeno dopo lo svantaggio.

 

Arbitro: Thomson (Sco) 6 - Inizio impeccabile, soprattutto per i fuorigioco segnalati con precisione. Poi un po' meno convincente. C'è un contropiede del Milan stroncato, senza applicare la norma del vantaggio. Dubbi sulla posizione di partenza di El Shaarawy, nella grande occasione capitata al Faraone al 15'. In generale, troppa tolleranza per i falli tattici da entrambe le parti. Dubbi sul gol del Milan: Zapata, per quanto in modo involontario, tocca nettamente la palla con la mano e 'serve' Boateng. Impreciso in numerosi falli laterali.

 

MILAN-BARCELLONA 2-0

MILAN (4-3-3): Abbiati; Abate, Zapata, Mexes, Constant; Montolivo, Ambrosini, Muntari; Boateng, Pazzini (75' Niang), El Shaarawy (87' Traorè). All: Allegri.

BARCELLONA (4-3-3): Valdes; Dani Alves, Piquè, Puyol (87' Mascherano), Jordi Alba; Xavi, Busquets, Fabregas (62' Sanchez); Pedro, Messi, Iniesta. All: Roura.

Arbitro: Thomson (Sco)

Marcatori: 57' Boateng, 80' Muntari (M)

Ammoniti: 25' Mexes, 91' Traorè (M); 55' Busquets, 58' Piqué (B)

Espulsi:

Note:

 




Commenta con Facebook