• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Champions league > Euroavversari, Barcellona: zoom sulla formazione anti-Milan e uomini mercato

Euroavversari, Barcellona: zoom sulla formazione anti-Milan e uomini mercato

Ecco tutto cio' che c'e' da sapere sugli avversari del Milan in coppa


Xavi, Messi e Iniesta (Getty Images)
Hervé Sacchi

20/02/2013 12:45

EUROAVVERSARI BARCELLONA MILAN CHAMPIONS LEAGUE SPECIALE / MILANO - "Sapessi com'è strano, darsi appuntamento a Milano" canta Memo Remigi, nella sua celebre "Innamorati a Milano". Ed effettivamente Milan e Barcellona hanno intrapreso una fitta relazione nell'ultimo anno e mezzo. Obbligati dal sorteggio, il ripetuto tête-à-tête non è stato, certo, combinato di comune accordo, anzi. Entrambe le squadre avrebbero preferito considerare altre destinazioni. Altro che le trite e ritrite Milano e Barcellona. Certo, giocare a San Siro e al Camp Nou è sempre una bella esperienza, ma tale opportunità si rivela, obbligatoriamente per una delle due parti, funesta. Più per il Milan che, nei passati tre scontri ad eliminazione diretta, non ha mai passato il turno. I grandi numeri, tuttavia, sono fatti per essere smentiti, e i tifosi  rossoneri già sperano.

PUNTI DI FORZA - Leggere la formazione dal centrocampo in su mette, a dir poco, i brividi. Il Barcellona vanta elementi di rara qualità nei settori più importanti del campo. Lionel Messi è la stella, ma attorno a lui gira una macchina perfetta o quasi, che solo in sporadiche occasioni viene, fisiologicamente, fermata da qualche avversario. Cose che ci possono stare nel calcio, ma la formazione blaugrana resta ben oliata con gli ingranaggi giusti, nei posti giusti. Tutti sanno come ci si deve comportare in campo. La tecnica sopraffina e l'intelligenza tattica di alcuni elementi come Iniesta e Xavi fanno il resto.

PUNTI DEBOLI - Massimiliano Allegri si sarà rivisto innumerevoli volte la gara di andata dei quarti dello scorso anno. Il Milan strappò un ghiotto 0-0, con una partita catenacciara, atta a chiudere tutti i buchi possibili alla compagnia blaugrana. La fase di non possesso, se condotta con inalterabile e maniacale precisione, può essere una delle chiavi per poter rallentare, e magari fermare, il Barcellona. Essa può rappresentare un'arma in più anche negli schemi offensivi.
Occhio al portiere: Victor Valdes non è sempre impeccabile, anche se nel corso degli anni ha ridotto di molto gli errori tra i pali.

FORMAZIONE - Il "falso nueve" è in soffitta già da un po'. Il Barcellona di Tito Vilanova (ancora a New York per le cure contro il cancro alla ghiandola parotide, darà indicazioni a Roura via smartphone) ha in Messi la sua prima punta in un trio composto anche da Iniesta e Pedro, titolari questa sera. Xavi e Fabregas alimentano la fase di impostazione, con Sergio Busquets incaricato di dare una mano alla retroguardia nelle azioni difensive. Formazione tipo anche dietro, con Valdes che dirigerà la linea formata da Dani Alves, Piqué, Puyol e Jordi Alba.

CONFRONTI DIRETTI - Il dato sulle sfide ad eliminazione diretta non sorride. Nei tre precedenti di andata e ritorno, il Barcellona ha sempre passato il turno. A parte si colloca, invece, la Supercoppa Europea 1989 conquistata dai rossoneri, nell'unico episodio positivo in termini di andata e ritorno.
A San Siro, si sono disputate sette gare complessive: il bilancio parla di tre vittorie per i blaugrana e due per i rossoneri. L'ultima è stata firmata da Andriy Shevchenko (1-0) nel girone di Champions League dell'annata 2004-2005.

UOMINI MERCATO - Victor Valdes ha già deciso di non rinnovare il suo contratto, mettendosi automaticamente sul mercato. Attenzione anche alla situazione di David Villa, il cui vincolo contrattuale scade nel 2014. City e Arsenal hanno già provato qualche sondaggio in passato, ma il suo nome è stato accostato anche alla Juventus. Così come quello di Alexis Sanchez, ex Udinese che, al Barcellona, non ha saputo trovare ancora una propria dimensione.

 




Commenta con Facebook