• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie A > IL PAGELLONE DI CALCIOMERCATO.IT: Jovetic formato Champions, Ciani da incubo

IL PAGELLONE DI CALCIOMERCATO.IT: Jovetic formato Champions, Ciani da incubo

Top e Flop della 25esima giornata di Serie A, secondo i voti dei nostri inviati


Jovetic (Getty Images)
Emiliano Forte

19/02/2013 08:38

PAGELLONE, JOVETIC CIANI / MILANO – A dettare legge nella 25esima giornata sono stati l'estro e la fantasia di giocatori come il ritrovato Balotelli, l'intramontabile Totti ed i gioielli viola Jovetic e Liajic. Tutti artisti del pallone in grado di inventare e di pennellare parabole uniche e maledettamente efficaci. Tra tanti nomi altisonanti si è inserito tra i top anche l'attaccante del Siena Emeghara che fa della velocità la sua arma letale. I nerazzurri Kuzmanovic e Kovacic con il laziale Ciani sono invece i protagonisti in negativo in un turno che si è rivelato totalmente indigesto per Inter e Lazio. Deludono anche Vucinic ed Inler.

TOP

5.Balotelli (Milan) – Decisivo come pochi nelle ultime giornate di Serie A. Da quando è ritornato a Milano per vestire la maglia del Milan ha già realizzato quattro gol in soli tre incontri. Anche quando fatica a trovare gli spazi e la giocata giusta riesce comunque ad incidere sulla gara e alla fine a risultare decisivo. Spedisce in porta una punizione dal limite con una facilità disarmante consentendo di fatto ai rossoneri di guadagnare tre preziosissimi punti. Semplicemente Super(Mario). VOTO 7

4.Emeghara (Siena) – Il giovane attaccante svizzero di origini nigeriane sta trovando grande continuità nelle prestazioni e soprattutto in zona gol. Nel posticipo del lunedì che chiude la 25esima giornata, arriva addirittura una doppietta contro la Lazio. Se continua così rischia di diventare determinante nella rincorsa ad una posizione di classifica che per il Siena vorrebbe dire salvezza. Una cosa è certa, quando parte in velocità pochi riescono a stargli dietro. Speedy Gonzales. VOTO 7,5

 3.Totti (Roma) – Il capitano manda in delirio i tifosi romanisti con un bolide che si insacca alla destra di Buffon alla velocità di 113 km/h. Un'altra delle sue innumerevoli magie con le quali ha scritto e continua a scrivere la storia del club giallorosso e del Campionato italiano. Eterno. VOTO 7,5

 2.Liajic (Fiorentina) – In coppia con 'Jo-Jo' forma un tandem tutto serbo ricco di estro e fantasia. Elegante e allo stesso tempo terribilmente efficace. Spietato. VOTO 8

 1.Jovetic (Fiorentina) – In una gara giocata alla perfezione da tutta la squadra di Montella, il suo talento emerge con prepotenza e si concretizza nella rete capolavoro che vale il raddoppio per la Fiorentina alla mezz'ora del primo tempo. Si concede il bis personale nella ripresa. Classe cristallina, altruismo e senso del gol. Fuoriclasse. VOTO 8,5

 

FLOP

5.Vucinic (Juventus) – C'era molta attesa per la sua prima volta all'Olimpico da ex giallorosso. Il montenegrino per lunghi tratti gioca a fari spenti, solo qualche (raro) lampo, ma a conti fatti non riesce mai ad incidere sul match. Poco lucido anche in fase di impostazione. Conte lo richiama in panchina ad inizio ripresa. Sfasato. VOTO 5

4.Inler (Napoli) – Lento e poco ispirato, non gioca con la consueta lucidità e precisione. Non trova la posizione ed i tempi giusti per garantire fluidità al gioco degli azzurri. Irriconoscibile. VOTO 4,5

3.Kuzmanovic (Inter) – Ci capisce davvero poco per tutto l'arco della gara. Non riesce a fare filtro visto che viene regolarmente anticipato o saltato. E quando deve o dovrebbe impostare non lo fa; riesce a sbagliare anche gli appoggi più semplici. Pesce fuor d'acqua. VOTO 4,5

2.Kovacic (Inter) – Gioca una gara ampiamente insufficiente in linea con la serata disastrosa di tutta la squadra. Dalla sua ha anche il demerito di lasciarsi anticipare con estrema facilità da Aquilani nell'azione del raddoppio viola. Indifendibile. VOTO 4

1.Ciani (Lazio) – Sta a guardare mentre Emeghara e Rosina firmano le due reti che nel primo tempo stordiscono la Lazio. Costantemente in difficoltà. Petkovic lo sostituisce alla mezz'ora del primo tempo quando ormai la partita era già compromessa. Impresentabile. VOTO 4

 




Commenta con Facebook