• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Mercato Inter, Zanetti: "Simeone e' mio amico". E su Stramaccioni, Balotelli e Milito.

Mercato Inter, Zanetti: "Simeone e' mio amico". E su Stramaccioni, Balotelli e Milito...

Il capitano nerazzurro ha parlato a 360 gradi in un'intervista


Javier Zanetti (Getty Images)
Andrea Corti (Twitter: @cortionline)

19/02/2013 01:24

INTER ZANETTI INTERVISTA / ROMA - Nel corso di una lunga intervista a Italia 2', il capitano dell'Inter Javier Zanetti ha analizzando a fondo la situazione della squadra nerazzurra. Dopo aver parlato della disfatta di Firenze l'argentino ha fatto il raffronto con la squadra che pochi mesi fa aveva sbancato lo 'Juventus Stadium': "In quel periodo andavamo meglio fuori casa che al 'Meazza', adesso è quello che ci sta mancando. Dobbiamo ritrovare certi equilibri che ci sono venuti a mancare. Noi siamo un gruppo nuovo, abbiamo cambiato tanto e per costruire qualcosa di importante ci vuole tempo. Sono percorsi che vanno affrontati con la consapevolezza di poter crescere e di poter arrivare in alto. Dobbiamo cercare di andare fino in fondo in tutte le competizioni nelle quali siamo impegnati. In campionato la classifica è molto corta. Abbiamo cambiato moduli, abbiamo provato la difesa a tre e abbiamo ottenuto dei buoni risultati, ora siamo tornati a quella a quattro. Credo che il mister scelga anche a seconda degli uomini che ha a disposizione. Non dimentichiamoci che abbiamo avuto molti infortuni".

MILITO - "L'ho sentito già con la testa pronta a ripartire. Anche lui ha avuto l'esperienza di suo fratello che è stato operato due volte al ginocchio, e anche quella di Walter Samuel, ma Diego ha lo spirito che non molla mai. Vuole tornare al più presto".

SIMEONE - "Sono suo amico, immagino sia possibile che abbia voglia di tornare in Italia e magari di allenare l'Inter. Voci su Mazzarri? Non mi sembra giusto adesso mettere in dubbio una persona come Stramaccioni, che è molto giovane, sta facendo la sua esperienza insieme a noi. Ci vuole tempo e speriamo che alla fine di questa stagione si possa parlare di qualcosa di importante".

BALOTELLI - "Insieme abbiamo vissuto un periodo molto intenso all'Inter. Adesso lui è dell'altra sponda. Domenica lo saluterò senza nessun problema poi una volta iniziata la partita saremo avversari. Lui ed El Shaarawy sono due grandissimi campioni, l'importante è che l'Inter stia bene".

MILAN - "Mai pensato di trasferirmi e non lo farò mai nella mia carriera". 

KOVACIC - "Ha 18 anni, avrà bisogno di tempo per crescere e conoscere il calcio italiano. Quella di ieri è stata una partita giocata male da tutti, tranne che da Handanovic. Credo che Mateo ci darà una grande mano, ma non bisogna bruciarlo. Ha bisogno di tempo e fiducia per crescere. I giovani bisogna sostenerli soprattutto nei momenti di difficoltà".

 

FUTURO - "L'Inter è la mia famiglia e ho sempre detto che mi piacerebbe continuare a lavorare qui, ma non voglio fare l'allenatore, preferisco fare il dirigente".

MARADONA - "L'unico rammarico a livello di Nazionale è stato non partecipare ai Mondiali in Sudafrica. Maradona mi aveva fatto giocare, era uno dei miei anni migliori, ma al momento della convocazione rimasi fuori. Un giorno ci berremo un caffè per spiegarci".

 

 




Commenta con Facebook