• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Franco Causio su Roma-Juventus

Franco Causio su Roma-Juventus

L'ex centrocampista bianconero e della Nazionale e' intervenuto in esclusiva ai microfoni di Calciomercato.it


Flop capitale (Getty Images)
Giorgio Musso (Twitter: @GiokerMusso)

18/02/2013 13:32

JUVENTUS ESCLUSIVA CAUSIO / ROMA - Juventus a due facce. Imperiosa e spietata in Champions; molle e irriconoscibile nell'anticipo di Roma. La deludente performance dell''Olimpico' stona con l'impeccabile orchestra ammirata quattro giorni prima nella tana del Celtic. Lo sforzo europeo sta pesando e non poco sulle prestazioni in campionato di Pirlo & soci, come evidenziato anche da Franco Causio: "Non puoi essere sempre al massimo della condizione, un calo fisico e fisiologico è normale. Conte ha parlato con i giocatori, si è fidato delle loro sensazioni. E' stata una sua scelta, che purtroppo per la Juventus non ha dato i frutti sperati - ha dichiarato in esclusiva a Calciomercato.it l'ex centrocampista bianconero e della Nazionale  -. Però dopo una partita di Champions come quella di Glasgow, ci può stare pochi giorni dopo una battuta d'arresto. Anche il Napoli ieri, in una gara che sulla carta sembrava abbordabile contro la Sampdoria, ha pagato le fatiche di Coppa".

FATICHE CHAMPIONS - "Conte già sapeva che, a dispetto della scorsa stagione, la squadra avrebbe pagato dazio in termini di stanchezza fisica e mentale l'impegno in Champions League. Giochi la sera, rientri la notte e non mangi bene: è normale che poi nella successiva partita di campionato la squadra non giri al massimo. La Juve avrebbe dovuto giocare domenica sera con la Roma, come aveva detto Conte. Ma questo discorso vale anche per Mazzarri, così come per le altre squadre impegnate in Europa: ci vuole un occhio di riguardo in più, non è facile smaltire in così poco tempo le tossine dell'impegno europeo".

QUAGLIARELLA BOCCIATO - "Non saprei il motivo perché Quagliarella non viene utilizzato in questo momento. Questa è una domanda da fare a Conte. E' lui che decide, che vede ogni giorno i calciatori in allenamento. Se gli preferisce Anelka, piuttosto che Matri, Vucinic o Giovinco, avrà i suoi motivi. Quagliarella è un giocatore importante per la Juventus, lo ha dimostrato in questa stagione - ha concluso ai nostri microfoni Causio -. Quando è stato chiamato in causa ha sempre dato il suo contributo".




Commenta con Facebook