• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI PESCARA-CAGLIARI

PAGELLE E TABELLINO DI PESCARA-CAGLIARI

Una doppietta di Sau regala la vittoria al Cagliari. Nel Pescara, sempre più in crisi, Weiss perde la testa e nel finale viene espulso.


Marco Sau (Getty Images)

17/02/2013 18:22

PAGELLE E TABELLINO DI PESCARA-CAGLIARI / PESCARA – Il Cagliari espugna lo stadio “Adriatico” grazie alla doppietta di Sau: nell’undici scelto da Pulga/Lopz tutto gira alla perfezione. Il Pescara continua nel suo momento no: Weiss, deludente, si fa espellere in modo ingenuo nei minuti finali. Fra i locali si salva solo D’Agostino l’unico che ha saputo dare ordine ad una squadra piatta e demotivata.

 

PESCARA

Perin 6 – Subisce due reti ma lui c’entra poco. Sempre attento quando viene chiamato in causa. Da sottolineare un bell’intervento su un tiro insidiosissimo di Casarini. In una difesa non proprio granitica fa la sua figura.

Zauri 4,5 - Quando Ibarbo lo punta, quasi sempre il terzino del Pescara perde il duello. La velocità del cagliaritano lo mette in crisi: a poco serve la sua esperienza.

Bocchetti 5 – Si fa beffare spesso e volentieri dai movimenti repentini di Sau. Concorso di colpe con Bianchi Arce.

Bianchi Arce  5 – I due centrali iniziano bene per poi andare in tilt nel momento decisivo della gara.

Zanon 5,5 - Non una partita completamente sufficiente per lui. Attacca poco e difende in modo alquanto precario. Dal 64’ Caprari 5 – Il suo impatto sulla gara non è come ci si aspetterebbe.

Rizzo 5,5 – Si vede veramente poco se non per finire sul taccuino dell’arbitro per un fallo netto a centrocampo.

D’Agostino 6,5 - Senza dubbio il migliore del Pescara. E’ praticamente il faro della squadra, il giocatore con più visione di gioco. Ci prova con due tiri velenosi ma il pallone esce in entrambi i casi sul fondo di poco. E’ costretto a uscire per un problema fisico: senza di lui il disordine aumenta. Dal 49’ Bjarnason 5,5 – Vaga senza una metà a centrocampo. Surclassato dagli avversari che fanno ciò che vogliono.

Blasi 5,5 - Non guarda in faccia nessuno: chiunque passi dalle sue parti rischia grosso. Interventi spesso al limite del cartellino. Rischia di provocare il rigore su Ekdal nel primo tempo. Dal 75’ Vukusic 5 – Partecipa all’ssalto finale che non porta frutti.

Weiss 4 - Ha sul piede la palla gol più netta della prima frazione di gioco ma la manona di Agazzi e il palo gli dicono “no”. Aveva fatto una bella partita poi  perde la testa nei minuti finali. Al 90’ entra malissimo su Ibarbo e viene direttamente espulso. Brutto gesto dello slovacco.

Caraglio 5,5 - E’ un giocatore che si rivela utile soprattutto negli appoggi ma partecipa poco alla manovra della squadra.

Celik 5 – Parte molto bene poi cala, forse a causa del doppio svantaggio, assieme a tutta la squadra.

All. Bergodi 5 – Nelle ultime sei partite la sua squadra ha raccolto soltanto un punto, frutto di un pareggio e cinque sconfitte. La vittoria non arriva dal 6 gennaio.

 

CAGLIARI

Agazzi  6,5 - A differenza del collega abruzzese si dimostra non solo attento ma anche determinante: devia il tiro di Weiss sul palo nel primo tempo. Nella ripresa diventa spettatore non pagante.

Pisano 6,5 - Il terzino del Cagliari all’inizio è abbastanza opaco. Cestina qualche facile contropiede e non offre la spinta di sempre. Nella ripresa però offre tutt’altro tipo di spinta: parte da lui il cross per il secondo gol dei suoi.

Rossettini 6,5 – Pochissimi rischi per il tandem difensivo gialloblu. Iniezione di coraggio in vista dei prossimi impegni.

Ariaudo 6 – Sostituisce egregiamente Astori e fa il suo dovere.

Avelar 6 - Inizia in modo intraprendente. Propositivo nella sua corsia, si fa vedere spesso offrendo l’apporto ai compagni del reparto offensivo

Nainggolan 6,5 – Il desiderio di mezza Serie A regala un’altra bella prestazione. Domina il centrocampo e non è mai in difficoltà con un Pescara demotivato.

Ekdal 6 - Riesce a costruire gioco per la sua squadra, quanto a distruggere quello avversario. Tatticamente utile alla causa. In un pomeriggio dove tutto nel Cagliari fila liscio, lui è quello che forse gioca peggio degli altri. Nonostante questo non demerita affatto. Dal 89’ Eriksson s.v – Pochi minuti per mettersi in mostra.

Casarini 6 - Nel primo tempo mette paura a Perin con un tiro pericoloso. Nella ripresa partecipa al secondo gol del Cagliari sfiorando di tacco il cross di Pisano spinto poi in rete da Cossu.

Cossu 7- Giocatore che sta lentamente tornando ai suoi livelli. Contro il Pescara il fantasista gialloblu sfoggia una prestazione maiuscola. Ispirato fin dai primi minuti, regala palloni ai compagni dolci come cioccolatini. Realizza l’assist per il gol di Sau. Le manovre più interessanti del Cagliari passano dai suoi piedi. Dal 66’ Cabrera 6 – Entra e senza aver toccato il pallone viene ammonito per non aver concesso la distanza: il talento comunque sembra esserci.

Ibarbo 6,5 -  La sua velocità è l’arma in più per il Cagliari. I difensori del Pescara non riescono a contenerlo. Fosse più preciso sotto porta sarebbe un giocatore davvero interessante.

Sau 7 - Si muove bene per tutta la durata del match e prosegue nel suo ottimo stato di forma. Segna una doppietta determinante per la classifica del Cagliari. Adesso sono 10 in questa stagione. Gli altri creano, lui finalizza. Dal 81’ Nenè 6 – Partecipa alla vittoria giocando i minuti finali.

All. Pulga 7 – Il Cagliari ha imboccato la strada giusta. Dopo la vittoria sulla Roma e il pareggio contro il Milan, ecco una bella vittoria ai danni del Pescara. Adesso la classifica fa meno paura.

 

Arbitro: Gervasoni  6,5 – Bella prestazione del direttore di gara. Giusto non dare rigore al Cagliri nel primo tempo sul contatto Blasi-Ekdal. Per il resto, il gioco scorre fluido proprio perché viene interrotto pchissime volte. Gli unici appunti da fare sono due: Blasi poteva essere ammonito prima del 73’ e manca un vantaggio al Cagliari. Nel complesso però, questi sono dettagli.

 

TABELLINO

 

PESCARA-CAGLIARI  0-2

 

PESCARA (4-3-1-2): Perin; Zauri, Bocchetti, Bianchi Arce, Zanon ( dal 64’ Caprari); Rizzo, D’Agostino (dal 49’ Bjarnason), Blasi ( dal 75’ Vukusic); Weiss; Celik, Caraglio. All. Bergodi.

CAGLIARI (4-3-1-2): Agazzi; Pisano, Rossettini, Ariaudo, Avelar; Casarini, Nainggolan, Ekdal ( dal 89’ Eriksson); Cossu ( dal 66’ Cbrera); Ibarbo, Sau ( dal 81’ Nenè). All. Pulga.

Arbitro: Gervasoni

Marcatori: 53’ e 61’ Sau (C)

Ammoniti: 22’ Zauri (P), 31’ Zanon (P), 50’ Ekdal (C), 65’ Rizzo (P), 72’ Cabrera (C), 73’ Blasi (P)

Espulsi: 90’ Weiss




Commenta con Facebook