• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-SAMPDORIA

PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-SAMPDORIA

Gli azzurri trovano di fronte un avversario indomabile, due punti di platino sprecati


Lo scontro ad alta quota fra Cavani e Icardi (Getty Images)
AntonioPapa (Twitter: @antoniopapapapa)

17/02/2013 18:07

PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-SAMPDORIA / NAPOLI - Occasione di platino buttata via per il Napoli, che contro la Sampdoria non riesce a recuperare il set-point concesso dalla Juve. Il merito è soprattutto di una Sampdoria coriacea e ben messa in campo, che in più di un'occasione sfiora addirittura il colpaccio. Gli azzurri sono un po' sulle gambe, ma soprattutto pagano l'assenza di un partner credibile di Cavani: sia Insigne che Pandev, infatti, sono incisivi soltanto quando entrano dalla panchina.


NAPOLI

De Sanctis 5,5 - L'area piccola è il suo habitat naturale: le prende tutte, anche i bolidi di Sansone che ci prova spesso da lontano. Ma fuori da quello spazietto è pericolosissimo, guadagna spesso gli improperi del pubblico con uscite ai limiti della frittata.

Campagnaro 6 - I due attaccanti doriani fanno tantissimo movimento. Corre tantissimo e spesso va a fare anche il lavoro di Mesto.

Cannavaro 6 - Duello senza esclusione di colpi con Icardi, ne esce senza ossa rotte. Prova anche un paio di volte la conclusione a rete, senza fortuna.

Britos 6 - Si trova un paio di volte a dover uscire con la forza bruta da situazioni nelle quali lui stesso si era cacciato, ma tiene bene. (Dal 15' st Pandev 6,5 - Ha un forte impatto sulla partita, sia in termini di movimento fra le linee che dal punto di vista della qualità. L'apertura per Hamsik al 74' è geniale. Ma purtroppo non basta).

Mesto 5 - Grosse difficoltà contro Estigarribia, al punto che in fase offensiva il suo apporto è praticamente nullo.

Inler 4,5 - Appannato, poco lucido negli appoggi e impreciso dalle conclusioni da fuori. Sembra più l'Inler dello scorso anno che quello che abbiamo imparato ad apprezzare in questa stagione. Sostituzione sacrosanta, forse anche tardiva. (Dal 31' st Dzemaili sv)

Behrami 5 - Si vede che non è al massimo della condizione, si vede maledettamente. Anche perché senza il suo consueto apporto anche il rendimento di Inler crolla clamorosamente. Il che rende l'idea della sua importanza per la squadra.

Armero 5,5 - Nel primo tempo è fra i più attivi in termini di spinta e appoggio alle punte. Nella ripressa fa infuriare Mazzarri quando, con l'attaccante liberissimo al centro, prova una velleitaria conclusione a rete. Inevitabile il cambio. (Dal 15' st Zuniga 6 - Il tecnico lo lancia da terzino, finisce a fare l'ala, senza però incidere troppo).

Hamsik 5 - Si ritrova spesso dall'altro lato del campo rispetto al pallone, quando prende palla spreca. Eppure l'unico squillo è suo: missile dal limite neutralizzato bene da Romero.

Insigne 5,5 - Le intuizioni ci sono, ma non sono accompagnate dall'applicazione pratica. Aveva una chance per dimostrare di meritare il posto da titolare, non l'ha sfruttata al meglio.

Cavani 5 - Non ha molti palloni giocabili, ma neanche si danna l'anima per trovarne, come suo solito. Stranamente fuori fase, non è da lui .

All. Mazzarri 5 - A sua discolpa c'è da dire che le prova davvero tutte, ma oggi gira davvero male. La Samp è un muro insormontabile e il Napoli non è brillantissimo. A fine partita era nerissimo, lui più di ogni altro sa bene che occasione ha sprecato la sua squadra.


SAMPDORIA

Romero 6,5 - Un paratone ad un quarto d'ora dal termine, nell'unica azione veramente degna di nota del Napoli. Riflesso felino, poi lo salva il palo.

Rossini 6,5 - Una disattenzione che poteva costar cara nel primo tempo, poi però si dà una bella sistemata.

Gastaldello 7 - Una difesa praticamente perfetta guidata da un capitano ineccepibile. Aveva di fronte uno dei reparti avanzati più temibili del campionato e ne esce con un figurone. Vince anche il duello a distanza con Cannavaro in chiave-Nazionale. 

Costa 7 - Hamsik, Insigne, Pandev: chiunque transiti da quella parte non trova neanche l'aria per respirare. Ottima prestazione.

De Silvestri 5,5
- Sfiora il gol nel primo tempo, concludendo male fra le braccia di De Sanctis, si fa spesso prendere di infilata da Armero. Dalla sua parte la Samp soffre molto di più. (Dal 45' st Mustafi sv)

Poli 7 - Tanta corsa, inserimenti preziosissimi sul centro-destra. Dei tre centrocampisti è quello che più appoggia gli attaccanti.

Obiang 6,5 - Mette ordine in mezzo al campo, dirige la mediana come un veterano. Non stupisce che molte squadre di alta classifica (napoli compreso) lo seguano con attenzione.

Krsticic 6,5 - Preziosissimo il suo lavoro a centrocampo, chiusure difensive encomiabili, anche in seconda battuta. L'uomo dal lavoro oscuro, non si vede ma si sente.

Estigarribia 6,5 - Contro Mesto riesce spesso ad aprire la falcata per cercare l'affondo, continua a tenere in ambasce la difesa avversaria anche nella ripresa.

Sansone 6,5 - Il più pericoloso della Samp, spesso salta secco l'avversario per sparare missili che De Sanctis neutralizza a fatica. (Dal 21' st Eder 6 - Qualche buon guizzo, ma si occupa più che altro di tener palla per mettere il risultato in ghiaccio).

Icardi 6 - Bravo a fare peso lì davanti, utile per aprire spazi ai compagni. Nella ripresa una botta al costato condiziona il suo rendimento, ma è incredibile come fra tanti difensori la palla alla fine la prenda sempre lui. (Dal 40' st Maxi Lopez sv)

All. Limone 7 - Fa le veci di Rossi e le fa benissimo, mettendo in campo una squadra che non concede un centimetro e va addirittura vicino alla vittoria in più occasioni. Se avesse vinto nessuno avrebbe avuto da ridire.


Arbitro Doveri 5,5 - Partita dura e molto fisica, dirige spesso all'inglese concedendo spazio ad entrambe le squadre. Un rigore non facile da vedere a fine primo tempo non dato al Napoli.

 

NAPOLI-SAMPDORIA 0-0

Napoli (3-4-1-2): De Sanctis; Campagnaro, Cannavaro, Britos (60′ Pandev); Mesto, Behrami, Inler (76′ Dzemaili), Armero (60′ Zuniga); Hamsik, Insigne; Cavani. A disp.: Rosati, Rolando, Gamberini, Maggio, Donadel, Zuniga, Dzemaili, El Kaddouri, Pandev, Calaiò. All.: Mazzarri.

Sampdoria (3-5-2): Romero; Rossini, Gastaldello, Costa; De Silvestri (90′ Mustafi), Obiang, Krsticic, Poli, Estigarribia; Sansone (66′ Eder), Icardi (85′ Maxi Lopez). A disp.: Da Costa, Berni, Berardi, Castellini, Poulsen, Mustafi, Maresca, Munari, Soriano, Eder, Maxi Lopez. All.: Limone.

Arbitro: Doveri

Ammoniti: Campagnaro, Inler (N), Gastaldello (S)




Commenta con Facebook