• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI ROMA-JUVENTUS

PAGELLE E TABELLINO DI ROMA-JUVENTUS

Decide il gol di Totti. Si riscattano Osvaldo e Stekelenburg. Male Vucinic e Matri


Totti (Getty Images)
Stefano Silvestri

17/02/2013 00:02

PAGELLE E TABELLINO DI ROMA-JUVENTUS / ROMA – A decidere il match è una bomba di Totti, capitano coraggioso in un momento, quello giallorosso, delicatissimo. Osvaldo e Stekelenburg si fanno perdonare le topiche commesse a Genova, Marquinhos stupisce sempre più. Nella Juve, dopo un bel primo tempo si spegne la luce. Male Vucinic e Matri, Giovinco entra ma non combina molto di più. Bonucci resiste strenuamente: lui non ha colpe nel ko.

ROMA

Stekelenburg 6,5 – Grande sulla punizione di Pirlo, si ripete salvando su Matri. No, non è un brocco, anche se a volte l’ha fatto pensare.

Piris 6 – Schierato in un’inedita posizione di terzo di destra in difesa, se la cava tenendo la posizione e soffrendo tutto sommato poco.

Burdisso 6,5 – Centrale di difesa, limita Matri e Vucinic, ergendosi a baluardo grazie a esperienza e grinta.

Marquinhos 6,5 – Ragazzino terribile, si conferma su livelli eccelsi coprendo sul centro sinistra e proponendosi per il passaggio in uscita dalla retroguardia.

Torosidis 6 – All’esordio da titolare, punta soprattutto a far le cose semplici. Preciso e puntuale in ambo le fasi.

Pjanic 6 – Da interno di centrocampo se la cava con ordine e senza troppi guizzi, se si eccettua una bella conclusione respinta da Buffon. Dal 68’ Bradley 6 – Entra per dar fiato al bosniaco e contribuisce all’opera di gestione della palla.

De Rossi 6 – Rischia nel primo tempo con un brutto intervento su Lichtsteiner. Domina nella ripresa, schermando la difesa e dando il via a interessanti contropiedi.  

Marquinho 6 – Gara di corsa e sacrificio. Andreazzoli lo ha tolto dalla naftalina per la sua polivalenza, venendone ripagato. Dall’83’ Balzaretti s.v.

Lamela 5,5 – Gran parte dei pericoli partono dal suo sinistro felpato, ma l’argentino ha il demerito di concludere male ciò che inizia.

Totti 7,5 – Nel primo tempo fluttua tra centrocampo e attacco, ma non sempre trova la posizione e striscia un ginocchio a Pirlo. Nella ripresa è un’altra storia: assist a Osvaldo che spreca, poi la perla dell’1-0. Dall’88’ Florenzi s.v.

Osvaldo 6,5 – Vuole a tutti i costi far dimenticare lo scempio di Marassi. Non trova il gol, ma si prende applausi col suo movimento continuo.

All. Andreazzoli 6,5 – Dopo le ultime batoste non era semplice ripartire. Mantiene la difesa a tre ed è ripagato da una prestazione attenta e solida, specialmente nella ripresa.

 

JUVENTUS

Buffon 6,5 – Fa quel che può. Decisivo su Pjanic e Osvaldo, nulla riesce a fare sulla botta tremenda di Totti.

Barzagli 6 – Tenta di arginare Osvaldo, che giostra nella sua zona, e ogni tanto balla.

Bonucci 7 – Vero califfo della retroguardia juventina. Non fa passare nessuno ed è il primo a impostare l’azione.

Caceres 6,5 – Buona prestazione nonostante la sconfitta. Si dimostra ancora elemento affidabile per Conte.

Lichtsteiner 6 – Meglio di Asamoah, ma nemmeno lui raggiunge i livelli delle ultime prestazioni. 

Vidal 5,5 – Gli inserimenti offensivi sono il suo pane, ma all’Olimpico ne mette in mostra troppo pochi. Dal 71’ Anelka 5,5 – Si vede solo in occasione di un gran filtrante che Giovinco liscia clamorosamente.

Pirlo 5,5 – Vicino al gol su una punizione che Stekelenburg sputa via dalla porta. Per il resto, soprattutto dopo la tacchettata di Totti, incide poco.

Pogba 5,5 – Nel primo tempo non se la cava neppure male, ma nella ripresa cala in maniera evidente pure lui.

Asamoah 5,5 – Torna dopo due mesi, e di notevole compie solo un salvataggio provvidenziale su Torosidis, a inizio ripresa. Per il resto, a sinistra trova pochissimo spazio. Dal 56’ Padoin 5 – Schierato a sinistra, non si vede praticamente mai. 

Vucinic 5 – È in serata no, come gli capita ogni tanto. Nessun veleno dell’ex, contro la sua ex squadra: anzi, tranne un tiro di poco a lato commette tanti errori che gli costano la sostituzione. Dal 56’ Giovinco 5 – Entra nella ripresa, ma non fa meglio del montenegrino. Se la Juve non crea più nulla ci sarà un perché.

Matri 5 – L’impegno c’è, nulla da dire. Solo quello, però. Si muove molto, ma si fa notare soprattutto quando finisce in fuorigioco e non prosegue così il magic moment sotto porta.

All. Conte 5 – Non è questione di euforia post-Celtic. Semplicemente, dopo un buonissimo primo tempo nella ripresa si spegne la luce alla sua squadra. E lui non azzecca i cambi. Impossibile, così, rimontare la rete di Totti.

 

Arbitro Rocchi 6,5 – Grazia Totti nel primo tempo, anche se l’intervento su Pirlo non è cattivo. Sulla conclusione di Marquinho giudica involontario il mani di Lichtsteiner in area bianconera.

 

TABELLINO

ROMA-JUVENTUS 1-0

Roma (3-4-2-1): Stekelenburg, Piris, Burdisso, Marquinhos, Torosidis, Pjanic (dal 68’ Bradley), De Rossi, Marquinho (dall’83’ Balzaretti), Lamela, Totti (dall’88’ Florenzi), Osvaldo. All. Andreazzoli

Juventus (3-5-2): Buffon, Barzagli, Bonucci, Caceres, Lichtsteiner, Vidal (dal 71’Anelka), Pirlo, Pogba, Asamoah (dal 56’ Padoin), Vucinic (dal 56’ Giovinco), Matri. All. Conte

Arbitro: Rocchi

Marcatori: 58’ Totti (R)

Ammoniti: 18’ De Rossi (R), 31’ Totti (R), 51’ Lichtsteiner (J), 61’ Matri (J), 93’ Pirlo (J)

 




Commenta con Facebook