• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > Dario Bonetti su Roma-Juventus

Dario Bonetti su Roma-Juventus

Calciomercato.it ha intervistato in esclusiva il doppio ex di giallorossi e bianconeri, alla vigilia dell'attesissimo match che andra' in scena all'Olimpico


Roma Vs Juventus (Getty Images)
Federico Scarponi

15/02/2013 13:01

ROMA JUVENTUS ESCLUSIVO BONETTI / ROMA - Match clou della 25esima giornata, è senza dubbio quello che andrà in scena domani sera all'Olimpico tra Roma-Juventus. I giallorossi sono chiamati a riscattare la pesante sconfitta dell'andata (il 4-1 incassato lo scorso 29 settembre allo 'Juventus Stadium') e - in generale - una stagione dalle tante ombre e i pochissimi sprazzi di luce. Tutt'altro lo spirito dei bianconeri che, dopo aver battuto in casa la Fiorentina, si sono ripetuti sul difficile campo del Celtic grazie ad una prestazione maiuscola.

Alla vigilia di questa classica del calcio italiano, Calciomercato.it ha intervistato in esclusiva il doppio ex, Dario Bonetti, un passato da difensore ed un presente da allenatore.

LA DIFFERENZA - "La Juventus arriva a questo incontro con il morale alto grazie al successo netto contro il Celtic in Champions League, al contrario della Roma uscita sconfitta sul campo della Sampdoria. Ma più che il morale derivante da alcuni risultati utili consecutivi, quello che per i bianconeri fa davvero la differenza, è la grande mentalità acquisita in questi ultimi anni. E gran parte del merito, in tal senso, credo vada attribuito al suo tecnico: Antonio Conte. Anche la Roma, così come il Napoli, ha sicuramente tanta qualità in rosa ma manca appunto questa mentalità: la differenza vera sta nel fatto che la 'Vecchia Signora' dimostra di avere un'organizzazione di gioco ed uno spirito indomabile fuori dal comune, assente nelle altre compagini. C'è un grande gioco di squadra: ogni elemento dello scacchiere gioca per l'altro".

PRONOSTICO - "E' difficile: dalle considerazione fatte, è chiaro che la Juve parte con i favori del pronostico e che la gara sarà in salita principalmente per i giallorossi. Ma non è detto che uno dei singoli non possa sovvertire le previsioni della vigilia: Totti, Osvaldo e Lamela sono calciatori capaci di inventare una giocata in qualsiasi momento. Nella Juve invece punterei gli occhi su Vucinic e Matri, che hanno dimostrato di essere in grande forma".

FUTURO - Lasciata nel novembre del 2012 la panchina della Dinamo Bucarest in seguito a divergenze di vedute con la società, Bonetti è ancora in attesa di trovare una nuova sistemazione: "Spero di poter tornare ad allenare al più presto, la voglia è davvero tanta - ha sottolineato l'ex tecnico di Dundee, Gallipoli e Juve Stabia - In certi momenti però, stare fermo fa anche bene. Possibilità ce ne sono state all'estero mentre in Italia - purtroppo - ci sono sistemi che è difficile scardinare. Come ha denunciato qualche mio collega, sembra che chi abbia avuto una carriera passata da giocatore venga in qualche modo discriminato. Preferenze? Diciamo che sono aperto a tutte le soluzioni ma se potessi scegliere, mi piacerebbe tornare in Scozia (dal 2000 al 2002, Bonetti è stato il secondo di suo fratello ivano alla guida tecnica del Dundee nella Scottish Premier League, ndr) o in Inghilterra dove c'è un modo diverso di vivere lo sport".

 




Commenta con Facebook