• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI BORUSSIA MOENCHENGLADBACH-LAZIO

PAGELLE E TABELLINO DI BORUSSIA MOENCHENGLADBACH-LAZIO

Andre' Dias affossa i biancocelesti, Kozak li salva. Bene Arango nei tedeschi


Libor Kozak (Getty Images)
Stefano Silvestri

15/02/2013 00:14

 

PAGELLE E TABELLINO DI BORUSSIA MÖNCHENGLADBACH-LAZIO / MÖNCHENGLADBACH – Bella Lazio, e non inganni il definitivo pari raggiunto al 93’: la squadra di Petkovic ha condotto il gioco per buona parte del match. André Dias va nel pallone: commette due rigori e si fa cacciare. Ma il salvatore dei biancocelesti è Kozak: entra nella ripresa e segna due reti fondamentali, sommate a una terza dell’ottimo Floccari. Nei tedeschi, Arango mostra di che pasta è fatto il suo sinistro, ma il pessimo senso della posizione di Brouwers rovina tutto.

 

BORUSSIA MÖNCHENGLADBACH

ter Stegen 6,5 – Raccoglie tre palloni dalla sua porta, ma tutti imparabili. Anzi, nel primo tempo aveva negato la gioia del gol a Floccari.

Stranzl 6,5 – Va in gol su rigore, se ne fa parare un altro da Marchetti e prende un palo. È l’attaccante più pericoloso del Gladbach.

Brouwers 5 – Si perde completamente Floccari e Kozak nei due gol. Non dà mai una sensazione di sicurezza.

Dominguez 5,5 – Poco meglio del compagno di reparto. Nel finale sfiora il 3-2 con un sinistro che Marchetti manda in angolo.

Wendt 6 – Cerca di supportare Arango, posizionato sulla medesima fascia, con sovrapposizioni continue. Candreva e Konko, però, lo mettono in difficoltà.

Nortveidt 5,5 – Lento e impacciato, provoca le ire della propria tifoseria perdendo un paio di palloni banali in mezzo al campo. Dal 72’ Marx 6,5 – Si prende una responsabilità mica da ridere calciando e segnando il rigore del 2-2, il terzo per i tedeschi.

Jantschke 6 – Bene nella prima mezzora, poi va pure lui in bambola di fronte alla prepotente reazione laziale. Dal 75’ Hanke 6 – Entra per l’assedio, sfugge a Cana e si fa far fallo dall’albanese. Sarà il penalty del 2-2.

Herrmann 5,5 – È un peperino che quando ti punta ti mette in difficoltà, ma lo dimostra poche volte. Si mangia due gol dopo i pali di Arango e Stranzl.

Cigerci 6 – Funge da collegamento tra centrocampo e attacco, spendendosi più in copertura che in appoggio a de Jong. Dal 75’ Xhaka 5,5 – Ha un quarto d’ora a disposizione, ma non si fa vedere praticamente mai.

Arango 6,5 – Ha un sinistro da favola e lo dimostra in più occasioni: palo su punizione, conclusioni insidiose, lanci millimetrici. E il gol del momentaneo 3-2, seppur con la complicità di Marchetti.

de Jong 5,5 – Si batte contro i centrali biancocelesti, ma la palla la vede davvero poco.

All. Favre 5,5 – Si trova avanti per due volte, e forse non sa bene neppure lui come. Il suo Borussia è superiore per mezzora, ma nella ripresa perde metri e lucidità.

 

LAZIO

Marchetti 6,5 – Il rigore parato a Stranzl è l’ennesimo miracolo della stagione. Un po’ in ritardo sulla punizione di Arango.

Konko 6,5 – Bene nelle uscite palla al piede e nell’appoggiare Candreva in fase offensiva.

André Dias 4 – Disastroso. Commette due falli da rigore, si fa ammonire e quindi espellere. Le sofferenze patite dalla Lazio sono in gran parte colpa sua.

Biava 6 – Meglio del brasiliano, ma del resto non ci vuole poi molto. Cerca di tenere la posizione e di usare l’esperienza come arma.

Radu 6 – Fa il suo con ordine e attenzione, limitando il pericoloso Herrmann e non disdegnando qualche salita offensiva.

Ledesma 5 – In netta difficoltà. Gli avversari gli tolgono spazio, lui sbaglia troppo. Perde un pallone suicida che costringe Gonzalez all’ammonizione per fermare Herrmann. Dal 46’ Kozak 7,5 – Tocca pochi palloni, e due li devia alle spalle di ter Stegen. Non gioca titolare praticamente mai, ma quando entra è decisivo.

Candreva 6,5 – Poco spazio nel primo tempo, ma non rinuncia alla sua botta da fuori. Perfetto il cross per l’1-1 di Floccari. Dal 72’ Cana 5 – Commette il fallo che porta al terzo rigore per i tedeschi: imperdonabile.

Gonzalez 6 – Impreciso e ammonito nel primo tempo, migliora nella ripresa così come la Lazio tutta.

Hernanes 6,5 – Quando può calcia sempre. Nel primo tempo è uno dei più pericolosi, nella ripresa rispunta servendo a Kozak la delizia del pari.

Lulic 6,5 – Bella prestazione. Il bosniaco è una macchina da cross: quello per il 2-1 di Kozak è di una perfezione assoluta. Dall’87’ Ciani s.v.

Floccari 7 – È l’ideale vice Klose: tiene la palla, si propone e segna. Sempre. Anche stasera, ed è un gol dal peso specifico enorme.

All. Petkovic 6,5 – La sua Lazio non merita di perdere. Le sciocchezze di André Dias e Cana gli mandano quasi il boccone di traverso, Kozak lo salva.

 

Arbitro Karasev 7 – Non è da tutti concedere tre rigori alla stessa squadra. E c’è ben poco da recriminare: ci sono tutti.

 

TABELLINO

BORUSSIA MÖNCHENGLADBACH-LAZIO 3-3

Borussia Mönchengladbach (4-2-3-1): ter Stegen, Stranzl, Brouwers, Dominguez, Wendt, Nordtveidt (dal 72’ Marx), Jantschke (dal 75’ Hanke), Herrmann, Cigerci (dal 75’ Xhaka), Arango, de Jong. All. Favre

Lazio (4-1-4-1): Marchetti, Konko, André Dias, Biava, Radu, Ledesma (dal 46’ Kozak), Candreva (dal 72’ Cana), Gonzalez, Hernanes, Lulic (dall’87’ Ciani), Floccari. All. Petkovic

Arbitro: Karasev

Marcatori: 17’ Stranzl rig. (B), 57’ Floccari (L), 64’ Kozak (L), 84’ Marx rig. (B), 88’ Arango (B), 93’ Kozak (L)

Ammoniti: 21’ André Dias (L), 40’ Gonzalez (L), 82’ Cana (L), 90’ Arango (B)

 




Commenta con Facebook