• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Europa league > Euroavversari, Speciale Europa League: Viktoria, M'Gladbach e Cluj sfidano le italiane

Euroavversari, Speciale Europa League: Viktoria, M'Gladbach e Cluj sfidano le italiane

Ecco tutto cio' che c'e' da sapere sulle avversarie di Napoli, Lazio e Inter di questa sera


Il trofeo dell'Europa League (Getty Images)
Hervé Sacchi

14/02/2013 15:18

EUROAVVERSARI SPECIALE EUROPA LEAGUE VIKTORIA PLZEN MOENCHENGLADBACH CLUJ / ROMA - Verrà inaugurato questa sera il programma dei sedicesimi di finale di Europa League. Ci sono tre italiane in corsa, accomunate da avversari di non primissimo livello ma, comunque, adeguatamente motivati. "Yes, we can", slogan caro al presidente statunitense Obama, viene ripreso come leit motiv da Napoli, Lazio e Inter. L'obiettivo è quello di andare avanti quanto più si può, in una manifestazione, nel recente passato, troppo sottovalutata. Bisogna, a tal proposito, invertire un trend, che di rimando ha portato alla perdita del terzo posto nel ranking Uefa.
C'è un nuovo percorso da intraprendere, che Viktoria Plzen, Borussia Moenchengladbach e Cluj, tuttavia, non sono disposte a lasciare raggiungere così facilmente. Ma andiamo a vedere come si presentano le avversarie delle italiane.

VIKTORIA PLZEN - La squadra ceca si sta affermando sempre di più negli ultimi anni, anche a livello europeo. Nella scorsa stagione fu inserita nel girone di Champions League del Milan, facendosi conoscere anche al pubblico italiano. Squadra tatticamente ben predisposta, arcigna in difesa e avvezza alle ripartenze in contropiede. Persi Pilar e Jiracek, la squadra si è affidata alla qualità di Vladimir Darida, del quale vi avevamo già parlato in passato. Non ci sono veri e propri punti di riferimento, oltre al centravanti Bakos. Ciò che stupisce è che lo stesso Bakos è il miglior goleador della squadra, con solo quattro gol all'attivo in quindici gare disputate nel torneo nazionale.
A proposito di campionato, quello ceco è fermato da fine novembre. Non si conosce, in tal senso, l'effettivo stato di forma della squadra nonché quali, fra i nuovi arrivi, verranno inseriti nella formazione titolare. Adamov e Tecl sono due prime punte che potrebbero dare maggiore peso in avanti rispetto al succitato Bakos. Per il resto, mister Pavel Vrba dovrebbe mantenere il 4-2-3-1 con il quale ha anche battuto, in casa, l'Atletico Madrid.

BORUSSIA MOENCHENGLADBACH - Dopo il brillante quarto posto della scorsa stagione, la formazione teutonica non naviga in acque limpidissime: 30 punti conquistati in campionato, a 7 lunghezze dall'ultima piazza disponibile per disputare la prossima Champions League, il Borussia Moenchengladbach ha dovuto prendere atto delle perdite estive di gente come Marko Reus e Dante. Il mercato estivo ha portato, comunque, innesti di qualità: Alvaro Dominguez dall'Atletico Madrid, Xhaka dal Basilea e Luuk De Jong dal Twente sono i pezzi della nuova spina dorsale della squadra. Peccato che qualcosa non sia andato propriamente bene durante questa prima parte di stagione. Proprio l'attaccante olandese De Jong ha avuto non pochi problemi fisici, tali da costringerlo ai box da metà ottobre agli inizi di gennaio. Questa sera dovrebbe, tuttavia, partire titolare. Non benissimo è andato anche lo svizzero Xhaka: pagato 8,5 milioni in estate, il centrocampista elvetico, classe 1992, non è ancora pienamente entrato nei piani di mister Favre.

CLUJ - Se riesci a vincere all'Old Trafford, come minimo, ti garantisci una dose di attenzione in più. Il Cluj, reduce da un terzo posto in Champions League (girone con Manchester United, Galatasaray e Braga), è una squadra che gioca un buon calcio. Tatticamente votata all'attacco, la squadra rumena si trova spesso sbilanciata, lasciando voragini tra i reparti. Mister Paulo Sergio (da non confondere con l'ex calciatore della Roma) ha provato a riassettare i reparti di difesa e centrocampo ma, dalla sua parte, non ha test piuttosto attendibili: il campionato rumeno, infatti, è fermo da dicembre. Ai suoi uomini manca il ritmo partita, cosa che può favorire l'Inter in questo senso.
In avanti, attenzione a Rui Pedro. E' l'uomo di maggior talento della squadra, capace di fornire un buon mix di fantasia e concretezza al servizio della squadra. Schierato centralmente nel terzetto previsto dal collaudato 4-2-3-1, Rui Pedro proverà a mettere in difficoltà la difesa nerazzurra assieme al greco Kapetanos, vertice offensivo della squadra.
Nella rosa del Cluj, ci sono anche vecchie conoscenze del calcio italiano come Sasa Bjelanovic, Matteo Lignani (in prestito dal Livorno) e Felice Piccolo (ex Empoli). Tuttavia, solo quest'ultimo dovrebbe rientrare tra gli undici iniziali scelti da Paulo Sergio.




Commenta con Facebook