• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > L'Editoriale di Sugoni - Balotelli, Emeghara e Sansone: gli effetti positivi di un mercato di ge

L'Editoriale di Sugoni - Balotelli, Emeghara e Sansone: gli effetti positivi di un mercato di gennaio decisivo

Consueto appuntamento con il nostro esperto di mercato, giornalista di 'Sky Sport 24'


Innocent Emeghara (Getty Images)
Alessandro Sugoni

14/02/2013 11:01

EDITORIALE SUGONI BALOTELLI EMEGHARA SANSONE MERCATO GENNAIO / MILANO - Sono passate appena due partite dalla fine del mercato di gennaio, eppure sono già sufficienti per dire che il mercato ha cambiato gli equilibri del campionato. Ha spostato più in alto le ambizioni del Milan: che Balotelli fosse il colpo del mese era chiaro, i tre gol in due partite lo hanno fatto diventare lampante. 'Super Mario' è costato tanto (20 milioni da pagare in 5 anni), ma promette di rendere altrettanto. E’ arrivato quasi gratis invece – in prestito e in silenzio - Innocent Emeghara. In pochi lo conoscevano, quasi nessuno era pronto a puntare su di lui. Quasi nessuno, a parte il ds del Siena Stefano Antonelli, che lo conosceva bene, e ovviamente Iachini. Ma nemmeno loro probabilmente si aspettavano un impatto così devastante: il gol e le tante accelerazioni che hanno steso l’Inter, il bis che ha acceso il Siena a Bologna. In totale fanno due gol e quattro punti, e l’impressione che i toscani abbiano trovato un jolly che potrà risultare decisivo nella – difficile – lotta salvezza. Una lotta che sta facendo tremare Palermo. Lo Monaco a gennaio aveva cambiato praticamente tutto. Ma a febbraio Zamparini ha cambiato lui. E allora dei nuovi per ora stanno funzionando in due: Nelson sulla fascia e soprattutto Fabbrini. Più che quello di Udine sembra il giocatore ammirato tante volta con la maglia dell’Under 21 e contro il Pescara ha trovato pure un gol fondamentale per tenere ancora viva la speranza. Il cambio di maglia – e d’aria – ha fatto benissimo a Gianluca Sansone. Ex oggetto misterioso del Torino e nuova stella della Sampdoria, capace in appena 45 minuti di abbagliare 'Marassi' e umiliare la Roma: un gran gol e due assist ne hanno fatto il protagonista assoluto della domenica. Insomma, a volte ambientarsi in una nuova squadra è più facile di quanto si possa pensare. Lo è stato per esempio per Kuzmanovic all’Inter (due partite su due da titolare) e Matuzalem al Milan, per Giorgi e Del Grosso all’Atalanta e per D’Agostino al Pescara. Tutti – con diversi gradi di incidenza – comunque già protagonisti. In attesa di scoprire Sissoko (appena tornato a Firenze dalla coppa d’Africa), il baby prodigio Kovacic (in rampa di lancio con i nerazzurri) e magari il diciottenne super-Keita, che con la Lazio ha già incantato alla prima partita nella 'Viareggio Cup'. Effetti, sogni e speranze di un mercato di gennaio decisivo per cambiare - così tanto in così poco tempo - gli equilibri del campionato.

 

 

 




Commenta con Facebook