• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Alessio Tacchinardi su Celtic-Juventus

Alessio Tacchinardi su Celtic-Juventus

L'ex centrocampista bianconero ha parlato in esclusiva ai microfoni di Calciomercato.it


Un frame del match del 2001 (Getty Images)
Giorgio Musso (Twitter: @GiokerMusso)

12/02/2013 12:30

CELTIC-JUVENTUS ESCLUSIVA TACCHINARDI / ROMA - Ritorna l'adrenalina della Champions. Adesso si fa sul serio: inizia la fase ad eliminazione diretta, da dentro o fuori. E per la Juventus c'è subito lo scoglio Celtic, nel catino scozzese di Glasgow. Alessio Tacchinardi ha vissuto nella stagione 2001/2002 l'infernale atmosfera del 'Celtic Park', tempio della formazione biancoverde: "Buffon ha detto che i tifosi del Celtic non fanno gol, però ti spingono in una maniera pazzesca. E' uno stadio unico, trasmette una carica incredibile ai giocatori di casa - ha dichiarato l'ex centrocampista bianconero in esclusiva a Calciomercato.it -. Ho giocato in molti stadi 'caldi', però questo è quello che mi ha impressionato di più. Sarà il dodicesimo uomo in campo: servirà un'impresa alla Juventus, la classica partita perfetta".

RITMO JUVE - "I bianconeri dovranno entrare in campo subito forte, cercando di fare la partita. Servirà sin dall'inizio grande ritmo per mettere in difficoltà il Celtic. Dovranno andare a 200 all'ora, senza gestire la partita: uno dei pregi della Juve di Conte è proprio quello di non fare troppi calcoli. Non sottovaluteranno il Celtic, Conte li ha studiati molto bene in questi mesi. Hanno battuto il Barcellona e poi arrivati a questa fase della competizione tutte le avversarie sono di grande livello. Non credo che il discorso possa chiudersi già nella gara d'andata: il Celtic farà molta attenzione, punterà a non scoprirsi per fare poi male in contropiede".

MATRI-VUCINIC - "E' giusto che parta Matri titolare, sta facendo bene adesso, sta segnando con continuità. E' gasatissimo: Conte fa bene a riconfermarlo. Fisicamente è il giocatore giusto per reggere l'urto con i rocciosi difensori avversari. Per questa partita credo sia la pedina ideale per giocare al fianco di un attaccante di fantasia e di qualità come Vucinic. Giovinco lascerebbe troppi centimetri ai marcatori avversari, non mi sembra il giocatore adatto per una partita del genere".

FIDUCIA PELUSO - "Quella di Asamoah è una defezione importante: ha fatto bene in Coppa d'Africa, è un calciatore universale e fisicamente adatto ad un match del genere. Però ho fiducia in Peluso, nelle ultime uscite ha dimostrato tutto il suo valore. Si sta inserendo nell'ambiente bianconero, ormai ha superato le critiche e lo scetticismo dei primi tempi. Non credo peccherà di personalità stasera".

ARMI BIANCONERE - "E' un fuoriclasse, fondamentale per questa squadra. Però il gioco bianconero si nutre soprattutto dei movimenti di Marchisio e Vidal: sono loro due le vere armi in più della squadra. Credo possano essere decisivi contro il Celtic".




Commenta con Facebook