• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > LA MOVIOLA DI CM.IT: Torino penalizzato, regolare il gol annullato alla Roma

LA MOVIOLA DI CM.IT: Torino penalizzato, regolare il gol annullato alla Roma

Banti nega due rigori alla squadra di Ventura. Lamela è in posizione regolare quando infila Romero sullo 0-0


Giannoccaro (Getty Images)
Emiliano Forte

11/02/2013 08:38

MOVIOLA SERIE A CALCIOMERCATO.IT / MILANO – Il 24esimo si è rivelato un buon turno per i nostri arbitri se si escludono le prove poco convincenti di Banti in Udinese-Torino, dove gli ospiti recriminano per due rigori non concessi,  e Celi in Sampdoria-Roma, con il direttore di gara poco assistito dai suoi collaboratori. Da sottolineare le buone prove di Mazzoleni e Orsato, impegnati nelle sfide più delicate e attese del week end: Juventus-Fiorentina e Lazio-Napoli.

JUVE-FIORENTINA 2-0, arbitro Mazzoleni 6,5 Direzione convincente. Puntuale e attento anche nelle fasi di gioco più concitate. Nel corso del 16esimo minuto del primo tempo, la Fiorentina protesta per un contatto in area tra Toni e Barzagli: una leggera spinta c'è ma non è tale da poter essere sanzionata con un rigore. Sempre nella prima parte di gara, al minuto 40, l'episodio più controverso: Matri servito da Vidal perde lo scarpino poco prima di calciare e siglare la rete del 2-0. Giusta la decisione di Mazzoleni di convalidare il gol; il giocatore perde lo scarpino pochi istanti prima di proseguire l'azione con il tiro vincente. Nel caso in cui l'avesse perso molto prima di ricevere la palla, l'arbitro avrebbe dovuto interrompere l'azione.

LAZIO-NAPOLI 1-1, arbitro Orsato 6 – Match non facile per l'arbitro; grande agonismo e ritmi forsennati gli ingredienti della sfida all'Olimpico di Roma. Orsato non sfigura, anzi, è sempre molto presente e dirige con la giusta personalità. Nel corso della gara il Napoli reclama due tiri dal dischetto per gli interventi su Mesto prima e su Pandev poi. Episodi dubbi anche se non si può parlare di contatti fallosi nitidi, visto che sia nel primo che nel secondo i giocatori del Napoli sembrano cercare il contatto.

PARMA-GENOA 0-0, arbitro Peruzzo 6 – Normale amministrazione o poco più per il fischietto veneto. Prova positiva la sua.

ATALANTA-CATANIA 0-0, arbitro Massa 6 – Il direttore di gara fa ampio uso dei cartellini gialli per tenere sotto controllo i momenti più accesi della gara. Nel finale l'Atalanta chiede un penalty per un mani in area di Marchese. Il tocco c'è anche se la distanza è ravvicinata con il giocatore del Catania che si è anche girato rispetto alla direzione della palla al momento della conclusione.

UDINESE-TORINO 1-0, arbitro Banti 5 – La prestazione dell'arbitro livornese è macchiata da due sviste, piuttosto evidenti, che hanno fatto infuriare il Torino. La prima risale alla fine del primo tempo quando in area friulana, Allan colpisce il piede del granata Santana proprio sotto gli occhi di Banti. Il rigore è netto ma l'arbitro giudica diversamente e non fischia. Altro episodio contestato nella ripresa, quando mancavano dieci mimuti al 90esimo: Benatia interviene in maniera scomposta e fallosa su Glik. Anche in questo caso l'intervento andava sanzionato con un tiro dagli undici metri. Ventura protesta vistosamente e Banti lo invita a lasciare il terreno di gioco anticipatamente.

PALERMO-PESCARA 1-1, arbitro Irrati 6 Il fischietto di Pistoia svolge con diligenza il suo compito. Unico dubbio al decimo della ripresa quando Donati viene trattenuto da Zanon in area abruzzese. Ci poteva stare il rigore.

CAGLIARI-MILAN 1-1, arbitro Giannoccaro 6 – L'1-1 dei rossoneri di Allegri arriva su calcio di rigore concesso per sanzionare un 'abbraccio' in area di Astori su Balotelli. Gesto che impedisce all'attaccante di colpire il pallone. Giusta, quindi, la decisione di Giannoccaro che fischia il fallo e mostra il secondo giallo al difensore rossoblu. Mexes rischia grosso quando già ammonito interrompe con un braccio un'azione di Cossu. L'arbitro lo grazia. Nel finale Balotelli si vede annullare una splendida rete in acrobazia: Robinho gli serve l'assist quando il pallone aveva già superato la linea di fondo.

BOLOGNA-SIENA 1-1, arbitro Giacomelli 6,5 – Unico caso da moviola il gol annullato a Gilardino: la posizione di fuorigioco di Cherubin che ostacola l'intervento di Pegolo cercando di deviare la palla è giustamente ritenuta attiva dal direttore di gara.

SAMPDORIA-ROMA 3-1, arbitro Celi 5Al settimo della ripresa l'arbitro e il suo assistente Barbirati sono protagonisti di un doppio errore sul gol annullato a Lamela con il risultato ancora fermo sullo 0-0. Il primo errore viene commesso sul nascere dell'azione con il fuorigioco non segnalato di Marquinho. Poi l'azione prosegue e sul tiro di Totti, Lamela insacca. Celi a questo punto annulla per un fuorigioco inesistente del giocatore argentino. Netto il rigore assegnato alla Roma e poi fallito da Osvaldo; è Gastaldello a commettere fallo sullo stesso italo-argentino. Nel finale espulso Delio Rossi autore di un gestaccio all'indirizzo di Burdisso, con conseguente mini rissa.

INTER-CHIEVO 3-1 – arbitro Guida 6 – Gara sostanzialmente corretta, con l'arbitro che svolge il suo compito senza particolari affanni.

 




Commenta con Facebook