• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Milan, Galliani: "Balotelli sostituisce idealmente Ibrahimovic. Inter? Lasciamola stare..."

Milan, Galliani: "Balotelli sostituisce idealmente Ibrahimovic. Inter? Lasciamola stare..."

L'Ad rossonero ha parlato all'indomani dell'infuocato posticipo contro l'Udinese


Galliani con Balotelli (Getty Images)
Giorgio Musso e Matteo Torre

04/02/2013 14:03

MILAN GALLIANI / MILANO - La notte di 'Super Mario' Balotelli. Milan già ai piedi dell'ex Manchester City: subito doppietta, esordio da favola. Adriano Galliani gongola all'indomani del sofferto e infuocato posticipo contro l'Udinese: "Se avesse segnato dopo 35 secondi sarebbe stato troppo. Ha dato fisicità e carisma, ha grande presenza scenica: è simile a Ibrahimovic - ha sottolineato l'Ad milanista a margine dell'incontro in Lega Calcio -. Credo che il suo arrivo possa sostituire idealmente Ibra come physyque du role".

DESTINO - "Pazzini si fa male, Balotelli subentra tra i titolari e dopo 35 secondi va quasi in gol: alla fine segna una doppietta. E' la forza della nostra squadra, ma non so quanti punti possa portare. Balotelli era un rinforzo che volevamo, ci dà molto, ma anche con Pazzini abbiamo fatto tanti punti. Pazzini presente in Champions? Spero di sì, ma devo ancora sentire il medico curante".

POLEMICHE - "Mi piace vedere i rigori con l'occhio dell'arbitro, non con la telecamera che va a rovistare tra il piede e il ginocchio. C'è stata qualche polemica, ma dal campo mi sembrava rigore quello di Domizzi su Balotelli, peraltro".

INTER - "Lasciamola stare, non c'entra niente: stiamo marciando a un ritmo abituale, quello dei due anni precedenti. Abbiamo dodici giocatori nuovi, abbiamo scontato un periodo iniziale, avendo perso anche due mostri sacri".

TERZO POSTO - "Non so chi temiamo di più: dobbiamo andare avanti, la corsa è certamente sul terzo posto, crediamo di farcela".

BARCELLONA - "E' incredibile incontrare per sei volte in due edizioni consecutive di Champions la squadra più forte del mondo. Bene per gli incassi, ma sarebbe stato meglio incassare meno e incontrare qualcun altro".

PATO - "E' un grande, grande campione: peccato per tutti gli infortuni. Speriamo che in Brasile si riprenda".

IBRA O BALO? - "La fatica diplomatica per prendere Ibrahimovic è stata infinitamente inferiore a quella per trattare Balotelli col Manchester City".




Commenta con Facebook