• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI FIORENTINA-PARMA

PAGELLE E TABELLINO DI FIORENTINA-PARMA

Toni-Jojo: la Fiorentina ritrova il successo contro un Parma, bello per un tempo


Un momento del match (Getty Images)
Valerio Pantone

03/02/2013 18:36

PAGELLE E TABELLINO FIORENTINA-PARMA/ FIRENZE – La Fiorentina centra la prima vittoria in questo 2013 superando al 'Franchi' il Parma con un gol per tempo: nel primo tempo è un colpo di testa di Toni a sbloccare l’equilibrio; nella ripresa ci pensa Jovetic, non ancora al meglio, a spegnere le speranze della squadra di Donadoni, convincente soltanto per i primi 45 minuti. Fondamentali nei viola i rientri di Pizarro e Viviano, tornato titolare dopo quasi due mesi, e le conferme di Cuadrado e Pasqual. In casa gialloblu, invece, stecca in parte Belfodil e soprattutto la difesa, su tutti Rosi e Lucarelli.

 

FIORENTINA

Viviano 7 – Dopo quasi due mesi torna titolare sfornando una prestazione a dir poco maiuscola. Almeno due interventi decisivi lasciano inviolata la porta viola.   

Roncaglia 6,5 – Attento e concentrato fronteggia bene la vivacità del funambolo Sansone.

G. Rodriguez 6,5 – Come sempre elegante nell’anticipo, limita la mobilità di Belfodil che gli crea un po’ di apprensione soltanto nella prima parte di gara.  

Savic 6 – Si prende pochissimi rischi, controllando per quanto possibile le folate improvvise di Biabiany.  

Cuadrado 7 – Confeziona cross a ripetizione, nonché l’assist per il colpo di testa vincente di Toni. Una vera spina nel fianco per la difesa del Parma. 

Migliaccio 7 – Il vero polmone del centrocampo viola: recupera un’infinità di palloni, impreziosendo la sua prestazione con l’assist per la rete di Jovetic.

Pizarro 7,5 – Se il suo rientro in campo coincide con il ritorno al successo della Fiorentina non può essere un caso. Anche se non è ancora al 100%, il metronomo cileno si conferma un punto di riferimento troppo importante per la manovra della squadra di Montella.  

B. Valero 6 – Meno brillante ed efficace rispetto ad altre circostanze, si rende utile alla causa viola anche in fase di contenimento. Dal 86’ Llama s.v.

Pasqual 7 – E’ ormai una garanzia. Onnipresente quando è chiamato a spingere sulla fascia, generoso in fase difensiva per contrastare insieme a Savic la rapidità di Biabiany. 

Jovetic 6 – Che non sia al meglio della forma lo si vede non solo dal numero di gol fatti in questo 2013. Sostenuto dal pubblico del Franchi, però, il montenegrino scaccia via ogni paura firmando la rete del definitivo 2-0. Dal 70’ El Hamdaoui 6,5 – Cerca in tutti i modi di lasciare il segno sulla partita, ma Mirante gli nega più volte la gioia del gol.

Toni 6,5 – Vista la giornata no di Jovetic, il bomber viola prende per mano la squadra confermandosi bestia nera del Parma. Il suo imperioso colpo di testa interrompe il digiuno degli attaccanti gigliati che non segnavano dal 23 dicembre scorso. Dal 79’ Larrondo s.v. 

All. Montella 6,5 – L’assenza di Pizarro per questa squadra era troppo penalizzante, ed oggi si è avuta la riprova. Dopo il gennaio horribilis, la Fiorentina ritrova il bel gioco e soprattutto i tre punti che gli consentono di tornare in corsa per la zona Champions. 

 

PARMA

 

Mirante 6,5 – Incolpevole in occasione dei due gol viola, nel finale evita in più di una circostanza la goleada dei padroni di casa.

Rosi 5 – Le discese di Pasqual evidenziano le sue lacune in fase difensiva e soprattutto limitano la sua propensione ad attaccare. Dal 57’ Coda 5,5 – Ancora non a suo agio nei meccanismi tattici della squadra. 

Paletta 6 – Molto abile nell’uno contro uno, macchia la sua prestazione facendosi sovrastare di testa da Toni in occasione del gol. Considerata l’altezza del bomber viola però ci può anche stare.

A.Lucarelli 5 – Si perde Jovetic in occasione del raddoppio gigliato che di fatto piega le gambe alla squadra di Donadoni. 

Gobbi 5,5 – Quando Cuadrado decide di accelerare per lui e la difesa gialloblu sono dolori, anche per colpa dello scarso sostegno del centrocampo.

Marchionni 5,5 – Tanta buona volontà ma poca sostanza. Qualche buon inserimento nel primo tempo e poco altro. 

Valdes 6 – Non sfigura nello scontro a distanza con il suo connazionale Pizarro. Gli manca però ancora la lucidità necessaria nell’ultimo passaggio. Dal 66’ Mariga 5,5 – Entra in campo a risultato praticamente già indirizzato: inutile il suo tentativo di tamponare le falle a centrocampo della squadra.

Parolo 5 – Soffre troppo il palleggio dei padroni di casa, non riuscendo mai ad entrare in partita.

Biabiany 6 – Devastante negli spazi larghi, troppo prevedibile quando è costretto a giocare nello stretto. 

Belfodil 5,5 – Nel primo tempo si muove tanto mettendo spesso in difficoltà i difensori di casa. Dopo il vantaggio di Toni, però, Rodriguez gli prende le misure e il francese fatica a trovare varchi liberi. Dal 57’ Amauri 6 – Vuole mettersi in mostra davanti alla sua ex squadra, ma riceve pochissimi palloni giocabili.

Sansone 6,5 – Dà sempre la sensazione di poter creare qualcosa di interessante. Sulla sua strada però si ritrova un Viviano in giornata di grazia.   

All. Donadoni 6 – Imposta una gara propositiva, con un 4-3-3 spregiudicato ed in grado di ribattere colpo su colpo alla Fiorentina. Nel primo tempo, nonostante lo svantaggio, ci riesce; nella ripresa, tuttavia, dopo il 2-0, la squadra getta la spugna. A nulla servono il cambio di modulo e le tre sostituzioni a metà secondo tempo.

Arbitro Russo 6 – Lascia spesso correre il gioco senza intervenire, accentuando uno stile inglese a tratti eccessivo. Nonostante questo, la direzione del fischietto di Nola può considerarsi tutto sommato sufficiente, anche se restano da chiarire diversi episodi. Al sesto minuto del primo tempo giusto non punire il fallo di mano in area involontario di Gobbi dopo un contrasto con Toni. Al 61esimo, inesistente il fuorigioco segnalato ai danni di Borja Valero lanciato a rete. Al 66esimo corretta la decisione del guardalinee di annullare la rete di Toni per posizione irregolare.

TABELLINO 

FIORENTINA-PARMA 2-0

FIORENTINA (3-5-2): Viviano; Roncaglia, Rodriguez, Savic; Cuadrado, Migliaccio, Pizarro, Borja Valero (dal 86’ Llama), Pasqual; Jovetic (dal 70’ El Hamdaoui), Toni (dal 79’ Larrondo). A disp.: Neto, Lupatelli, Compper, Ljajic, Wolski, Capezzi, Tomovic, Romulo. All.: Montella.

PARMA (4-3-3): Mirante; Rosi (dal 57’ Coda), Paletta, Lucarelli, Gobbi; Marchionni, Valdes (dal 66’ Mariga), Parolo; Biabiany, Belfodil (dal 57’ Amauri), Sansone. A disp.: Pavarini, Bajza, Morrone, Mesbah, Strasser, Palladino, Benalouane, Ninis. All.: Donadoni

Arbitro: Russo di Nola

Marcatori: 27’ Toni (F), 50’ Jovetic (F)

Ammoniti: 45’ Rosi (P), 49’ Sansone (P), 69’ Migliaccio (F), 89’ Marchionni (P)




Commenta con Facebook