• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Genoa > Mercato Genoa, Cassani: "Il meglio tra iodio e salsedine"

Mercato Genoa, Cassani: "Il meglio tra iodio e salsedine"

Il terzino ha parlato della sua nuova esperienza



02/02/2013 20:33

MERCATO GENOA CASSANI PRESENTAZIONE / ROMA - Passato al Genoa nelle ultime ore del calciomercato, l'ex fiorentino Cassani ha rilasciato le prime parole da giocatore rossoblu al sito ufficiale della società ligure: "Le stagioni migliori le ho vissute tra iodio e salsedine. A Palermo. Se non altro, un precedente benaugurante.

CAMBIO - "Una scelta dettata dalla situazione, sono un uomo orgoglioso. E’ prevalsa la voglia di rimettermi in gioco, di ripartire e riprendere un percorso. In passato mi era capitato una volta di cambiare a gennaio. Al di là delle difficoltà logistiche, se hai famiglia, l’importante è ambientarsi con i compagni. Il calcio a Genova, Firenze o Roma rimane lo stesso. Spaesato? Non direi. Con Bovo e Olivera ho condiviso esperienze di club, con Antonelli e Floro nelle nazionali giovanili. E poi ho lavorato con Ballardini, un tecnico che ok parla poco ma osserva tutto. Gli altri li conosco dagli incontri sui campi".

GENOVA - "Dalla Primavera della Juventus, difensore centrale con Gasperini, mi trasferii alla Sampdoria nel mercato invernale. Un ruolo marginale e un’esperienza di pochi mesi, però servita a impattare col calcio professionistico e in uno spogliatoio vero. Imparai come ci si prepara a lottare per i tre punti. Fu Novellino a ritagliarmi la posizione di terzino. Beh, rispetto a dieci anni fa, sono un altro giocatore. E conto di lasciare un segno differente.

ESPERIENZA - "L’esperienza è importante nei momenti delicati. Ma vale pure la spensieratezza dei giovani, a livello inconscio percepiscono meno le difficoltà. Costruiremo insieme lo spirito di gruppo".

 

A.C.

 




Commenta con Facebook