• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > L'Editoriale di Sugoni - Balotelli, Paulinho, Viviano: via all'ultima super settimana di mer

L'Editoriale di Sugoni - Balotelli, Paulinho, Viviano: via all'ultima super settimana di mercato

Consueto appuntamento con il nostro editorialista, esperto di mercato di 'Sky Sport 24'


Paulinho, centrocampista del Corinthians (Getty Images)
Alessandro Sugoni

28/01/2013 10:25

EDITORIALE SUGONI BALOTELLI PAULINHO VIVIANO / MILANO - Lo zero virgola zero cinque possibilità di prendere un giocatore in assoluto sono poche. Ma se si parla di Milan, Balotelli, Galliani e Raiola diventano l'annuncio di un inizio di trattativa. Che da oggi animerà questi ultimi quattro giorni di mercato. Perché Balotelli al Milan è roba grossa. Una pista impossibile fino a poche ore fa, difficilissima ma praticabile oggi. Galliani ci proverà, alle sue condizioni: prestito con obbligo di riscatto a 20 milioni pagabili in varie - e non meglio precisate - rate. L'aiuto di Raiola (volato in Inghilterra ieri insieme all'avvocato Rigo) sarà fondamentale per convincere il City che sia la soluzione migliore per tutti. Cosa che gli inglesi al momento non credono (nonostante Balotelli sia finito in tribuna anche nell'ultima partita di Fa Cup contro lo Stoke). Il City vorrebbe cederlo, punto. E - se anche dovesse accettare la formula Milan - non vorrebbe fissare un prezzo inferiore ai 25 milioni per il riscatto. Insomma, serve un doppio lavoro di diplomazia. E serve fare in fretta.

La stessa che accompagnerà Marco Branca sul volo per San Paolo. Chiusa la cessione di Coutinho al Liverpool (e incassati i 13 milioni di euro da aggiungere a quelli già intascati per Sneijder), l'Inter tornerà su Paulinho. Stavolta - sperano Stramaccioni e tutti i nerazzurri - in maniera definitiva. Anche in questo caso gli ostacoli sono due: il Corinthians, che vuole tenerlo (e non sarà facile far cambiare idea ai brasiliani) e - in questo caso forse soprattutto - il tempo. Anzi, il poco tempo che manca alla fine del mercato. Fatti due conti, considerando che la burocrazia per i trasferimenti internazionali richiede invece tempi lunghi, diventa un'operazione da chiudere al massimo in un blitz di 24-48 ore.

Della possibile partenza di Viviano da Firenze si parla da un po'. Da quando ha perso il posto per Neto. Il Bologna sogna di riuscire ad arrivare a lui, ma ora - ammesso che la Fiorentina lo faccia davvero partire - deve difendersi dalla concorrenza della Roma. I giallorossi hanno pensato a lui in caso di partenza di Stekelenburg (su di lui sempre le squadre inglesi), ma anche in questo caso, occorre sbrigarsi. La voltata finale del mercato invernale è cominciata.




Commenta con Facebook