Breaking News
© Getty Images

Serie A, il Capello pensiero: "In Italia il migliore è Garcia. Cerci e Torres invece..."

Il ct della Nazionale russa ha parlato del calcio italiano e dello stato di forma dei club

RUSSIA CAPELLO MILAN INTER ROMA JUVENTUS / DUBAI (Emirati Arabi Uniti) - Intervenuto all'evento 'Globe Soccer Forum' e intervistato da 'Sky Sport', il ct della Russia Fabio Capello ha parlato dello stato attuale di Milan, Inter, Roma e Juventus e più in generale del calcio italiano. "Milan e Inter devono crescere ancora molto, se non sbagliano niente tra tre anni possono tornare ad essere competitive. Roma e Juventus hanno cose interessanti. In particolare i bianconeri con poche cose potrebbero fare molto bene anche in Champions League, tutti gli obiettivi che si sono prefissati sono stati raggiunti a livello di mercato".

SU CERCI - "Alessio è un ragazzo timido, mi ricordo di lui quando allenavo la Roma, non è uno che può adattarsi facilmente ad un cambio di nazione, lingua e mentalità. Ha le giuste qualità per inserirsi al Milan, ma deve convicenrsi lui stesso di averle".

SU TORRES - "Mi sembra che abbia perso la voglia di dimostrare che è ancora un giocatore di livello. Inoltre ha perso la potenza per partire palla al piede ed andare in rete".

SCHIAFFI ALL'ITALIA, BACI A GARCIA - "Ormai il nostro non è più il campionato dove tutti gli stranieri vogliono venire a giocare. Miglior allenatore del 2014? Per il Mondiale è Loew, per i risultati è Ancelotti, se consideriamo la squadra a disposizione è Simeone. In Italia il più bravo è Rudi Garcia".

M.Z. / O.P.

Serie A   Inter  
FOTO CM.IT - Inter, Vecchi: "Scuse Gabigol? Gli fa onore"
FOTO CM.IT - Inter, Vecchi: "Scuse Gabigol? Gli fa onore"
Il tecnico sul brasiliano: "Si confronterà anche con la società"
Serie A   Inter   Lazio
Lazio-Inter, Vecchi: "Non si può finire così! Il nuovo allenatore..."
Lazio-Inter, Vecchi: "Non si può finire così! Il nuovo allenatore..."
Il tecnico nerazzurro ha incontrato i giornalisti in sala stampa
Serie A   Inter  
Inter, è caos: record negativo, tifosi furiosi e il mercato alle porte
Inter, è caos: record negativo, tifosi furiosi e il mercato alle porte
Solo due punti in otto partite. La curva contesta, Handanovic e Eder alzano i toni in tv