Breaking News
© Getty Images

PAGELLE E TABELLINO DI LAZIO-JUVENTUS

Candreva combatte, Keita fumoso. Pogba devastante, Tevez inarrestabile.

ECCO LE PAGELLE DI LAZIO-JUVENTUS

 

LAZIO

Marchetti 5,5 – Nulla può sui tre gol bianconeri. Certo, gli si potrebbe chiedere qualche miracolo, ma sarebbe pura perfidia.

Basta 5 – Parte bene. Pressing, corsa, agonismo. Poi, pian piano retrocede. Il motivo? Chiedetelo a Tevez, che decide di iniziare a spingere dalla sua parte, mandandolo più volte in difficoltà. Dal 41’ s.t. Cavanda s.v.

De Vrij 5,5– All’inizio vince alcuni duelli individuali con Llorente. Certo, quando c’è da far ripartire l’azione va un po’ in affanno.

Cana 5 – Torna titolare complice anche l'infortunio di Ciani. Non è al meglio della condizione e lo dimostra sbagliando completamente la chiusura difensiva dal quale nasce il secondo gol bianconero.

Braafheid 5 – Spinge poco sulla corsia sinistra, probabilmente per precisa disposizione di Pioli. Nel complesso non sbanda eccessivamente. Resta lì. Qualche volta tampona le incursioni juventine, più spesso si lascia infilare.

Parolo 5 – Anche lui parte forte. Pressing alto, a volte asfissiante sui centrocampisti juventini. Ma dura poco, circa ventiquattro minuti. Quando Pogba infila Marchetti e cambia volto alla gara. Anche a quella di Parolo.

Biglia 5,5 – E’ la vera regia della squadra, che all’inizio segue la traccia giusta nelle geometrie dell’argentino. Il centro attraverso il quale la Lazio si muove, e anche bene, per un po’. Fino a quando esce fuori la Juve, che gli ruba scena e geometrie.

Lulic 5,5 – Forse è il migliore ad inizio gara. Ruba spesso palla al centrocampo bianconero, creando superiorità numerica in alcune ripartenze potenzialmente pericolose. Poi però sparisce nel nulla.

Candreva 6 – Parte a destra, duellando con Padoin. Poi, a metà del primo tempo, Pioli lo inverte con Keita e lo manda dalle parti di Lichtsteiner. Francamente crea poco in entrambe le posizioni, se si eccettua qualche tiro da fuori che scalda i guanti a Buffon.

Klose 5 – Probabilmente ci aspettiamo sempre qualcosa in più degli altri dal campione tedesco. Battaglia con Chiellini, qualche volta ha la meglio, ma davvero di rado. Dall’11’ s.t. Djordjevic 6 – Almeno combatte un po’.

Keita 4,5 – il peggiore. Non convince il talentuoso gioiellino biancoceleste. Prima a sinistra, poi a destra, non trova mai lo spunto giusto. A volte cerca la giocata ad effetto, che puntualmente svanisce. Come una nuvola di fumo. Già, come la prestazione di Keita. Dall’ 11’ s.t. F. Anderson 6 – Si muove abbastanza bene sul fronte d’attacco.

All. Pioli 5,5 – La gara la prepara bene. Squadra alta e corta. Pressing asfissiante fin dalle prime battute. Dura però poco, ventiquattro minuti. Quando Pogba decide che la partita è sua.

 

JUVENTUS

Buffon 6 – Quasi mai impensierito dagli attaccanti laziali. Viene a Roma in gita. Una splendida gita.

Lichtsteiner 7 – Che giochi in una difesa a tre o a quattro a lui non cambia nulla. Spinge come una furia, copre con un agonismo quasi esasperato. Instancabile.

Bonucci 6,5 – Puntuale, impeccabile negli anticipi e nelle coperture. Un pilastro.

Chiellini 7 – Vince il duello con Klose. A volte lo stravince. La sua grinta è il vero simbolo di questa Juventus inarrestabile.

Padoin 5,5 – Il peggiore. Il voto chiaramente dipende dall’espulsione (esagerata) che gli commina Damato al 25 s.t., per doppio giallo. Gioca da terzino sinistro e lo fa bene, coprendo e ripartendo con puntualità. Forse il troppo agonismo lo beffa, mandandolo in anticipo sotto la doccia.

Marchisio 7,5 – Dai suoi piedi parte il raddoppio firmato da Tevez, al 9’ s.t. . Gioca con la solita intelligenza tattica. Quando poi decide di buttarsi in avanti, è sempre micidiale.

Pirlo 7 – Dal suo genio infinito parte l’azione del vantaggio bianconero, rifinita da Tevez e conclusa da Pogba. A volte sembra giocare sopra una nuvola, tanto è sopraffina la sua tecnica. Inarrivabile. Dal 38’ s.t. Vidal s.v.

Pogba 8,5 – Il migliore. Come un tornado inaspettato. Si abbatte sulla Lazio al 24 p.t. e non la molla più, devastandola fino al 18’ s.t., quando sigla il terzo gol juventino. Cinico e spietato in entrambe le marcature. Al 28’ s.t. con un fantastico destro a giro centra l’incrocio dei pali. Da rivedere. Per ammirarlo ancora.

Pereyra 7,5 – Ottima prova del neo acquisto bianconero. Allegri lo piazza dietro le punte. Lui lo ripaga mandando in tilt tutta la retroguardia di casa con incursioni devastanti. Splendido l'assist a Pogba per il 3-0. Dal 27’ s.t. Mattiello 6 – Un gran destro da fuori che ricorderà a lungo.

Tevez 8 – Strepitosa la sua gara. Si muove lungo tutto il fronte d’attacco, mandando in affanno prima Basta e poi Braafheid. Al 9’ s.t. firma lo zero a due con un preciso interno destro. A volte vola sul prato verde. O è solo un’illusione ottica?

Llorente 6,5 – Combatte tra i centrali laziali, offrendo sempre il suo contributo prezioso. Dal 16’ s.t. Morata 6 – Il suo contributo lo dà, eccome.

All. Allegri 7,5 – La Juve vola. Lui ha il merito di farla volare anche con il quattro-tre-uno-due. Il che non è poco, per una squadra abituata per tre anni a giocare diversamente a livello tattico.

Arbitro: Damato 5,5 – Dirige in fondo bene tutta la gara. Si perde un po’ alla fine, quando espelle in modo eccessivo Padoin per doppio giallo.

 

TABELLINO

LAZIO-JUVENTUS 0-3

Lazio (4-3-3): Marchetti; Basta (Dal 41’ s.t. Cavanda), De Vrij, Cana, Braafheid; Parolo, Biglia, Lulic; Candreva, Klose (Dall’11’ s.t. Djordjevic), Keita (Dall’11’ s.t. F. Anderson).  All. Pioli

Juventus (4-3-1-2): Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Padoin; Marchisio, Pirlo (Dal 38’ s.t. Vidal), Pogba; Pereyra (Dal 27’ s.t. Mattiello); Tevez, Llorente (Dal 16’ s.t. Morata).  All. Allegri

Arbitro: Antonio Damato (sez. Barletta)

Marcatori: 24’ p.t. Pogba (J), 9’ s.t. Tevez (J), 18’ s.t. Pogba (J)

Ammoniti: 35’ p.t. Padoin (J), 3’ s.t. Basta (L), 6’ s.t. Lichtsteiner (L), 21’ s.t. Bonucci (J), 25 s.t. Padoin (J), 28’ s.t. Lulic (L)

Espulsi: 25’ s.t. Padoin (J)

In evidenza   Juventus   Sampdoria
Sampdoria-Juventus, Allegri: "Non pensiamo al Barcellona, campionato primo obiettivo! Chiellini out"
Sampdoria-Juventus, Allegri: "Non pensiamo al Barcellona, campionato primo obiettivo! Chiellini out"
Le dichiarazioni della vigilia dell'allenatore della 'Vecchia Signora'
In evidenza   Inter   Juventus
Juventus, Moggi: "Calciopoli? Non è cambiato nulla. Inter sempre a 15 punti"
In evidenza   Juventus   Udinese
Juventus-Udinese, i convocati di Allegri: doppia assenza
Juventus-Udinese, i convocati di Allegri: doppia assenza
Non sono a disposizione Bonucci e Dani Alves, torna Marchisio