Breaking News
© Getty Images

Serbia-Albania, Cana: "Le nostre vite sono state in pericolo

Il racconto del difensore albanese protagonista degli scontri di Belgrado

SERBIA ALBANIA CANA BELGRADO SCONTRI/ ROMA - Il difensore e capitano della Nazionale albanese Lorik Cana, in un'intervista concessa a 'L'Equipe', è tornato sui fatti di Serbia-Albania, match di qualificazione ad Euro 2016 sospeso per via degli scontri avvenuti sul prato verde dello stadio di Belgrado: "E' un miracolo aver avuto solo sei o sette feriti dopo i vari colpi al volto, al collo e alla schiena - ha spiegato il difensore della Lazio che come riportato da Calciomercato.it, a seguito degli scontri avvenuti durante Serbia-Albania, è tornato in Italia con una vistosa fasciatura - Cosa sarebbe successo se al posto di una sedia, ci fosse stato un coltello? Le nostre vite sono state in pericolo".

Il difensore della Lazio ha inoltre raccontato come i giocatori albanesi siano tati attaccati dagli stewad dello stadio di Belgrado una volta raggiunto il tunnel per gli spogliatoi.

S.F.

Estero   Spagna  
Liga, festa Real: ritorna sul tetto di Spagna!
Il 2-0 di malaga vale il 33esimo titoli in campionato
Estero   Juventus  
Ranking Uefa per club, la Juventus vola al secondo posto
In attesa dei match di Europa League, ecco l'aggiornamento della classifica
Estero   Juventus   Napoli
Serie A, Dzeko stacca Higuain: ora nel mirino c'è Messi!
Il bomber della Roma terzo, a -4 dalla 'Pulce', nella classifica dei migliori goleador d'Europa