Breaking News
© Getty Images

Serbia-Albania, Cikalleshi: "Abbiamo temuto per le nostre vite"

Il calciatore albanese racconta quanto vissuto ieri sera in campo a Belgrado

SERBIA ALBANIA CIKALLESHI TEMUTO VITA / ROMA - Arrivano nuove testimonianze dopo quanto accaduto tra Serbia e Albania ieri sera. Il calciatore albanese Sokol Cikalleshi, come raccolto da 'goal.com', ha raccontato: "Abbiamo temuto per le nostre vite. Non volevamo che i serbi strappassero la bandiera e così è cominciato tutto. Non ci sentivamo al sicuro, quattro miei compagni sono stati feriti. Non ce la sentivamo di continuare a giocare anche se c'era il piano di tornare in campo. Io personalmente non ho colpito né sono stato preso a pugni da nessuno. La polizia ci ha scortati in aeroporto e siamo volati a Tirana".

I CALCIATORI SERBI - "Loro volevano proteggerci quando i tifosi hanno fatto invasione. Branislav Ivanovic, in particolare, provava a calmare gli animi. E' venuto persino a dirci che è solo un gioco prima della partita. Siamo invece stupiti dal comportamento di Mitrovic, che ha strappato la bandiera".

M.T.

Estero   Spagna  
Liga, festa Real: ritorna sul tetto di Spagna!
Il 2-0 di malaga vale il 33esimo titoli in campionato
Estero   Juventus  
Ranking Uefa per club, la Juventus vola al secondo posto
In attesa dei match di Europa League, ecco l'aggiornamento della classifica
Estero   Juventus   Napoli
Serie A, Dzeko stacca Higuain: ora nel mirino c'è Messi!
Il bomber della Roma terzo, a -4 dalla 'Pulce', nella classifica dei migliori goleador d'Europa