Breaking News
© Getty Images

Milan, Galliani: "Indagine su Paletta è bizzarra. Noi unici a dare soldi al Parma"

L'Ad rossonero: "Il giocatore avrebbe potuto rescindere il contratto e noi prenderlo da svincolato"

MILAN GALLIANI PALETTA PARMA / PARMA - Ieri il Milan ha emesso un comunicato ufficiale in merito all'iscrizione nel registro degli indagati di Adriano Galliani per l'acquisto di Gabriel Paletta dal Parma lo scorso gennaio. Oggi lo stesso amministratore delegato rossonero ha voluto fare chiarezza in una intervista alla 'Gazzetta di Parma': "Dovrei tacere, perché gli avvocati mi dicono di star zitto. Ma se noi non avessimo comprato Paletta, il giocatore avrebbe potuto rescindere il contratto, oppure l'avremmo potuto prendere mesi dopo quando era già svincolato... Voglio anche dire che Paletta è venuto da noi rimettendoci sette mesi di stipendio e anche il suo procuratore ha fatto delle rinunce. Però siamo stati indagati: non riesco a capire. Il Milan è stata l'unica società che in quel momento ha dato soldi al Parma... Eppure siamo stati indagati per concorso in bancarotta fraudolenta. Mi sembra una cosa un po' bizzarra. Se fossi a conoscenza del profondo rosso del Parma quando ho concluso l'acquisto? Ho spiegato come sono andate le cose, non voglio dire nient'altro" ha concluso Galliani.

Mercato   Milan   Roma
Calciomercato Milan, sogno Nainggolan: la situazione
Per il centrocampista belga della Roma bisogna battere una folta concorrenza
Mercato   Milan   Lazio
Calciomercato Milan, Tare: "Keita-Biglia? I matrimoni si fanno in due"
Il dirigente della Lazio ha parlato dei due calciatori accostati ai rossoneri
Mercato   Milan   Lazio
Calciomercato Milan, missione a Roma per Biglia e Keita
Fassone e Mirabelli incontreranno i dirigenti della Lazio