Breaking News
© Getty Images

Decreto Stadi, voto di fiducia al Senato: ora è legge

Si inaspriscono le pene per violenti e recidivi

DECRETO STADI SENATO / ROMA - Il Senato, con 164 voti a favore e 109 contrari, ha dato il via libera alla fiducia posta dal governo sul Dl Stadi. Il provvedimento viene approvato senza modifiche in via definitiva ed e' quindi convertito in legge. Si inaspriscono le pene per i violenti e per chi compra e vende partite. Le società sportive dovranno versare dall'1 a 3 % dell'incasso per pagare servizi di sicurezza straordinari e a disposizione della polizia ci sarà il taser. Ecco le novità:

DASPO DI GRUPPO - Il divieto di accesso varrà per almeno 3 anni nei confronti dei responsabili di violenze di gruppo e da 5 a 8 anni nel caso di recidivi. I daspati recidivi e gli ultrà pericolosi potranno essere sottoposti dal tribunale alla sorveglianza speciale di pubblica sicurezza,

FRODE SPORTIVA - Aumentano le pene per la frode in competizioni sportive: chi compra o vende una partita potrà rischiare in futuro fino a 9 anni di carcere.

INTRODUZIONE DI CONTRIBUTI SOCIETA' - Tassa dall1% al 3% sulla vendita dei biglietti per la messa in sicurezza degli stadi e il pagamento degli straordinari agli agenti di polizia.

TASER - E' stata disposta la sperimentazione della pistola elettrica per lo svolgimento dei compiti di pubblica sicurezza e polizia.

 
Serie A   Roma   Napoli
Serie A, 38a giornata: Perotti nel Totti day! Roma 2a al 90'
Serie A, 38a giornata: Perotti nel Totti day! Roma 2a al 90'
Non basta il successo del Napoli. Azzurri terzi
Serie A   Juventus  
Bologna-Juventus, Allegri: "Buon allenamento. Felice per Kean"
Bologna-Juventus, Allegri: "Buon allenamento. Felice per Kean"
Il tecnico bianconero: "Era importante chiudere con una vittoria"
Serie A  
Serie A, lampo Kean: Juve cannibale. Atalanta: sorpasso europeo
Serie A, lampo Kean: Juve cannibale. Atalanta: sorpasso europeo
Il Bologna passa in vantaggio, ma viene scavalcato dai bianconeri: 1-2. I bergamaschi vincono 1-0 grazie a Gomez: quarto posto provvisorio