Breaking News
© Getty Images

Atalanta-Juventus: i voti di Tancredi Palmeri

Il nostro inviato ha stilato promossi e bocciati della partita dell'Atleti Azzurri d'Italia

ATALANTA JUVENTUS VOTI TANCREDI PALMERI / BERGAMO - Finisce 0 a 3 tra Atalanta e Juventus. Il nostro inviato e protagonista della rubrica 'Te Lo Do Io Il Campionato', Tancredi Palmeri, ha stilato voti e giudizi dei calciatori in campo, esprimendosi anche sugli allenatori e sull'arbitro Orsato.

ATALANTA
Sportiello 4.5: chiamato davvero in causa solo nei due gol, ed in entrambi è responsabile se non molto responsabile.
Zappacosta 6: coraggioso nelle discese, concede qualcosa in marcatura ma si perde Tevez sul gol.
Biava 6.5: gli tocca Tevez e praticamente lo lascia per raddoppiare solo nella confusione del gol, una mezza impresa visto l'immutato livello d'eccellenza dell'avversario.
Benaoulane 7: precisissimo in marcatura, l'unico metro che concede a Llorente è sul passaggio nell'azione del gol ma non si può pretendere troppo; un orologio negli anticipi fuori area.
Dramè 6.5: si sgancia e Ogbonna è sistematicamente in difficoltà, dietro però fatica sulle poche incursioni di Lichtsteiner.
Estigarribia 6: velocissimo nel ripartire e allargarsi, Evra impara a temerlo Dal 49' Molina 6.5: si procura il rigore, tiene bene la posizione, peccato per il gol che si mangia.
Baselli 5: sembra il più insicuro, ed è l'unico che perde il confronto diretto, ma provateci voi a giocare con Pogba alle spalle. E davanti. E a sinistra. E a destra. Dal 65' Cigarini 6: fa salire il baricentro e smista il pallone più velocemente.
Carmona 6.5: mette ordine a centrocampo, raddoppia in difesa, prova a far salire il baricentro, non perde mai la bussola.
Gomez 5: si muove molto ma potrebbe essere più reattivo; colpevole su Lichtsteiner sul gol, impreciso al passaggio. Dal 75' Bianchi 6: ci prova, e fa in modo di entrare in un paio di spunti interessanti.
Boakye 6.5: moto perpetuo, ottimo al disturbo nella prima fase di pressing, senza perdere la lucidità nelle poche sortite
Denis 5.5: forse un pelino prevedibile nel passaggio, però il suo è un compito improbo e lui comunque dà meno punti di riferimento possibili. Però quella mozzarella sul rigore...
Allenatore. Colantuono 7: una di quelle partite da appuntarsi sul cv. Il risultato è quello che è, ma gioca a calcio e gli va dato gran merito. Gioca alla pari, con tutto il viso aperto che il materiale a disposizione gli può consentire, e trasmettendo alla squadra fiducia nonostante il gol subìto. Finora non l'aveva fatto nessuno contro Juventus e Roma.

JUVENTUS
Buffon 7: una sola vera parata, ma siccome è ancora uno dei migliori al mondo, lui è prontissimo sul rigore a non far prendere alla partita una piega preoccupante.
Ogbonna 5.5: forse non si aspettava Dramè, fortuna che i compagni di reparto lo aiutano.
Bonucci 6.5: dirige da par suo, ha rilevato da Chiellini la leadership morale.
Chiellini 6: dal suo lato si presentano comunque in pochi.
Lichtsteiner 6.5: non lo cercano molto, ma sarà un caso che quando lo fanno arriva il gol…
Vidal 6: passo sicuro ma non travolgente, gli eventi non lo costringono ad accelerare. Dal 70' Roberto Pereyra 6.5: fa in tempo a mettere l'assist che ammazza la partita.
Marchisio 6: non ha molto tempo di ragionare con il pressing di Boakye, non si complica la vita.
Pogba 7: sarà anche banale chiamarlo polpo, ma quello è. Una calamita tentacolare del pallone e delle azioni, il vero differenziale di centrocampo.
Evra 6: quelle poche volte che scende lo fa bene, ma non si fida a lasciarsi spazi dietro.
Tevez 7.5: al momento uno dei giocatori più decisivi al mondo: sotto porta, in costruzione, al pressing. Il pallone lo vede e fa le fusa. Suda qualità. Dall'85' Coman nv.
Llorente 6: non esce mai dal gioco ma non è decisivo come vorrebbe e potrebbe. Dal 67' Morata 6.5: vivo e volenteroso da subito, mortifero nell'unica occasione.
Allenatore. Allegri 6.5: come sempre sotto la sua conduzione finora, la squadra sa interpretare i momenti delle partite senza necessariamente spingere a pieni giri costantemente.

Arbitro. Orsato 7: non sbaglia una chiamata e, anzi, tutti dovrebbero imparare dalla sua condotta di gara non pietista a ogni mezzo fallo. Sul rigore i vari replay non chiariscono fino in fondo se il fallo ci fosse davvero o no, quindi ha comunque ragione lui. Magari la cacciata di Colantuono poteva evitarsela.

In evidenza   Atalanta   Udinese
Serie A, le probabili formazioni della 27esima giornata
Serie A, le probabili formazioni della 27esima giornata
Ecco i possibili schieramenti secondo gli inviati di Calciomercato.it
In evidenza   Atalanta   Udinese
Serie A, le probabili formazioni della prima giornata
Serie A, le probabili formazioni della prima giornata
Ecco i possibili schieramenti riportati dagli inviati di Calciomercato.it
In evidenza   Atalanta   Udinese
Serie A, le probabili formazioni della trentaduesima giornata
Serie A, le probabili formazioni della trentaduesima giornata
Ecco i possibili schieramenti riportati dagli inviati di Calciomercato.it