Breaking News
© Getty Images

Roma-Bayern Monaco, Sabatini: "Un macigno. La presunzione a noi è sconosciuta"

Il dirigente giallorosso ha commentato la pesante sconfitta coi tedeschi

ROMA BAYERN SABATINI POSTPARTITA / ROMA - Walter Sabatini, Direttore sportivo della Roma, ha parlato così ai microfoni di 'Sky Sport' dopo la batosta col BayernMonaco: "Sicuramente ne usciamo ridimensionati a livello internazionale. Ci interrogheremo su quanto successo, non ce l'aspettavamo. Ci aspettavamo di giocare una gara gagliarda, invece tutto è degenerato in fretta e i ragazzi hanno perso morale e attitudini. E' una lezione che avremmo voluto evitare ma che metteremo a frutto. E' un macigno grave, difficile da rimuovere, ma lo faremo, come sempre".

SENZA PRESUNZIONE - "Presunzione nell'arrivare a questa gara? No, non abbiamo questa caratteristica. La presunzione a noi è sconosciuta. Abbiamo autostima per giocare bene al calcio".

Successivamente il Ds è intervenuto in zona mista, dove erano presenti gli inviati di Calciomercato.it: "Devo essere pratico ma è una sconfitta che non definirei tale. E' una partita che arriva comunque in un periodo positivo e ora dobbiamo rialzare la testa. Ripartiremo: i ragazzi recupereranno le energie e gli infortunati torneranno. Se ne usciamo ridimensionati? Abbiamo sbagliato questa partita, c'è stato un collasso generalizzato, ma non ne usciamo ridimensionati. Non succederà più".

Champions league   Fiorentina   Roma
FOTO - Ranking UEFA per club: aggiornata la CLASSIFICA
Champions league   Roma  
VIDEO CM.IT - Roma-Porto, Spalletti: "Sconfitta che ci spezza in due"
VIDEO CM.IT - Roma-Porto, Spalletti: "Sconfitta che ci spezza in due"
Il tecnico giallorosso ha aggiunto: "Sarà un brutto periodo, sono botte forti"
Champions league   Roma  
Champions League, Roma-Porto 0-3: harakiri giallorosso, arriva la retrocessione in Europa League
Champions League, Roma-Porto 0-3: harakiri giallorosso, arriva la retrocessione in Europa League
La truppa di Spalletti chiude la gara in 9 uomini per le espulsioni di De Rossi e Emerson