Breaking News
© Getty Images

FIGC, Tavecchio: "Proporrò una commissione per introdurre la goal line technology"

Il presidente federale: "Riguarderebbe solo il prossimo campionato di Serie A"

FIGC TAVECCHIO GOAL LINE TECHNOLOGY/ ROMA - Intervenuto ai microfoni di 'Gr Parlamento', il presidente della FIGC Carlo Tavecchio, ha aperto all'introduzione della goal line technology anche in Italia: "Nel prossimo Consiglio Federale proporrò una commissione mista tra Serie A e Serie B per introdurre la goal line technology - ha dichiarato Tavecchio - questa è una decisione che dipenderà solo dal Consiglio Federale e non dee passare per l'Ifab o la Fifa. Ritengo che la tecnologia non può più stare lontana dal calcio e quella del 'gol-non gol' è ormai una tecnologia sicura. Si punterà su quella e non sull'impiego degli assistenti d'area. Riguarderà solo il prossimo campionato di Serie A, per una questione di costi, non sarebbe semplice adottarla anche in Serie B".

Il presidente Federale ha poi parlato anche di estendere la tecnologia nel calcio anche per i falli da rigore: "Sottolineo che non abbiamo chiesto la moviola in campo, ma abbiamo richiesto per stabilire l'esatta posizione di un giocatore, l'attribuzione di un fallo resterà a discrezione dell'arbitro. Si impiegano 23 secondi per capire se lo svolgimento dell'azione è dentro oppure fuori dall'area di rigore: l'arbitro ha un collegamento tramite braccialetto per un responso immediato".

S.F.

Italia  
Italia, Balotelli presto di nuovo in azzurro?
Italia, Balotelli presto di nuovo in azzurro?
Il ct Ventura e Oriali sugli spalti per Nizza-Psg
Italia   Roma  
Italia, i convocati di Ventura: presente anche Emerson Palmieri
Italia, i convocati di Ventura: presente anche Emerson Palmieri
Il ct ha chiamato per il raduno di Coverciano i giocatori emergenti del momento
Italia   Genoa  
Genoa, Izzo sulla possibile pesantissima squalifica: "Sto vivendo un incubo"
Genoa, Izzo sulla possibile pesantissima squalifica: "Sto vivendo un incubo"
Il 25enne difensore napoletano rischia 6 anni di squalifica più la preclusione e un'ammenda di 20 mila euro.