• Atalanta
  • Cagliari
  • Cesena
  • Chievo
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Hellas Verona
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Parma
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > VIDEO - Mercato Juventus, Lewandowski contro Walcott: i numeri incoronano...

VIDEO - Mercato Juventus, Lewandowski contro Walcott: i numeri incoronano...

L'analisi delle carriere di questi due campioni potrebbe convincere i bianconeri a scegliere


Theo Walcott (Getty Images)
Matteo Torre

16/10/2012 13:00

 

MERCATO JUVENTUS WALCOTT LEWANDOWSKI / ROMA - Stasera sarà ancora tempo di qualificazioni ai Mondiali. Per la Juventus uno dei banchi di prova più interessanti in ottica calciomercato arriverà dalla Polonia, dove i padroni di casa sfideranno l'Inghilterra. Sono due in particolare i nomi sui taccuini di Marotta e soci: il centravanti polacco Robert Lewandowski e l'ala inglese Theo Walcott.

Il più precoce è senza dubbio il giocatore dell'Arsenal, che ha esordito in Nazionale maggiore addirittura a 16 anni; "soltanto" a 20 anni, invece, la prima del bomber del Borussia Dortmund. L'analisi dei gol è impietosa, anche a fronte dei diversi ruoli che i due svolgono in campo: Lewandowski ha già segnato 15 volte con la sua Nazionale, e 42 in Germania. La sua stagione più esplosiva è stata l'ultima: tra il 2011 e il 2012 Robert ha esultato sotto il 'Muro Giallo' dei tifosi di Dortmund ben 30 volte.

E Theo? Tenuto conto del maggiore coefficiente di difficoltà nel segnare con i 'Tre Leoni' (visti i compagni di caratura mondiale), Walcott ha vissuto il miglior periodo nel 2008, quando ha segnato 3 gol in 5 presenze (una tripletta contro la Croazia). Nell'Arsenal ha sempre coniugato le reti agli assisti: nel 2011-12 segnò 11 volte e confezionò 10 passaggi vincenti. In totale ha collezionato 51 gol e 40 assist sotto l'egida di Arsene Wenger.

Insomma: sotto il punto di vista realizzativo trionfa Lewandowski, che ha saputo capitalizzare molte più occasioni in meno presenze; impossibile però ignorare quanto Walcott abbia bruciato i tempi, calcando i maggiori campi internazionali quando i suoi coetanei andavano ancora a scuola. La forza del cannoniere contro il talento dell'infante prodigio (ormai cresciuto): anche questo è Polonia-Inghilterra. Se alla Juve cercano "solo" un cannoniere, allora l'attacco potrebbe parlare polacco. Ma dovesse servire un'ala rapida e tecnica per infiammare i tifosi...

 


\r\n\r\n
Commenta con Facebook