Breaking News
© Getty Images

Italia, Immobile: "Qui ora c'è un grande gruppo. Io e Zaza coppia 'ignorante'"

L'attaccante del Borussia Dortmund ha parlato in conferenza stampa

ITALIA IMMOBILE CONFERENZA STAMPA / COVERCIANO - Ciro Immobile ha parlato in conferenza stampa dal ritiro della nazionale: dal suo approdo in Germania ad Antonio Conte e Mario Balotelli, sono tanti gli argomenti toccati dal bomber del Borussia Dortmund

GERMANIA - "All'inizio era in difficoltà in Germania - le parole dell'ex Torino - , poi dopo la parentesi in Nazionale ho vissuto momenti importanti con il Borussia: vestire la maglia azzurra è stato importante dal punto di vista mentale. Il calcio tedesco è migliore in alcuni aspetti: con il Borussia viviamo un periodo difficile, ma la gente ci è vicina e nessuno ha messo in dubbio Klopp".

GRUPPO UNITO - "Rispetto a prima ora c'è un gruppo unito: la squadra punta allo stesso obiettivo. Siamo un gruppo ed era quello che mi aspettavo conoscendo Conte". 

ZAZA - "Siamo una coppia ignorante. Lui ci mette sempre grinta e cattiveria, poi ha anche qualità tecniche e voglia di arrivare. Con lui ho parlato anche della mia scelta di trasferirmi in Germania: il Borussia mi ha dato le opportunità che in Italia non ho avuto. Gli auguro il meglio, senza dargli consigli: saprà scegliere". 

BALOTELLI - "Qui ci sono attacanti che stanno facendo molto bene: sono qui perché lo hanno merittato. Mario è un ragazzo per bene, ma le convocazioni le fa il mister".

B.D.S.

 

Italia  
Italia, Balotelli presto di nuovo in azzurro?
Italia, Balotelli presto di nuovo in azzurro?
Il ct Ventura e Oriali sugli spalti per Nizza-Psg
Italia   Roma  
Italia, i convocati di Ventura: presente anche Emerson Palmieri
Italia, i convocati di Ventura: presente anche Emerson Palmieri
Il ct ha chiamato per il raduno di Coverciano i giocatori emergenti del momento
Italia   Genoa  
Genoa, Izzo sulla possibile pesantissima squalifica: "Sto vivendo un incubo"
Genoa, Izzo sulla possibile pesantissima squalifica: "Sto vivendo un incubo"
Il 25enne difensore napoletano rischia 6 anni di squalifica più la preclusione e un'ammenda di 20 mila euro.