Breaking News
© Getty Images

Inter, Biabiany: "Ho pensato di smettere, ora voglio dare il massimo per questa squadra"

L'esterno francese ha parlato del suo rientro in campo

SERIE A INTER BIABIANY / MILANO - Jonathan Biabiany, dopo i problemi cardiaci, ha ripreso la sua carriera di calciatore all'Inter. L'ex giocatore del Parma si è allenato duramente agli ordini di Mancini in estate e si è fatto trovare pronto nelle ultime uscite in cui il tecnico nerazzurro lo ha chiamato in causa. Ora le news Inter lo vedono di fronte alla sua ex squadra Sampdoria, queste le sue parole in conferenza stampa: "Ho ricevuto tanti messaggi dopo il mio rientro, da tutti. Mi hanno scritto allenatori, dirigenti, compagni, amici e persino mia moglie e mi ha fatto molto piacere leggerli. Durante il periodo in cui sono stato fuori ho pensato anche ad abbandonare, non sarebbe stato un problema, la vita va avanti, ma ora fortunatamente sono qui. Sono rientrato dopo un anno, ma non ci ho pensato molto in campo, è bello poter essere di nuovo all'Inter. E' cambiato tutto rispetto a quando ero qua dopo il Triplete. Adesso c'è un mister che ha vinto tanto e speriamo di poter fare bene". L'esterno francese, arrivato a titolo gratuito nell'ultimo calciomercato, ha parlato anche del suo possibile ruolo nella squadra nerazzura: "Non so se giocherò titolare. Il mister mi ha parovato anche terzino, è un ruolo che ho già fatto al Parma e posso farlo. Non mi dispiacerebbe di certo giocare in quella posizione. 3-4-3? Sarebbe perfetto per me. Mancini mi parla spesso, dovrò farmi trovare pronto quando mi schiererà e dare il meglio di me". 

Biabiany si è soffermato anche sulla sconfitta con la Fiorentina e sugli obiettivi futuri della squadra: "Non è stata una bella partita a livello di episodi, ma ne mancano ancora tante. L'obiettivo rimane sempre quello di ottenere i tre punti e lavoriamo in questa direzione. Domenica avremo di fronte la Samp, con il mio ex compagno Cassano. Al Parma mi ha aiutato tanto con i suoi consigli e gli faccio gli auguri per la partita. Scudetto? E' troppo presto per parlarne, sono passate solo sei partite. Dobbiamo pensare a partita dopo partita, poi faremo i conti". Su Lichtsteiner: "Spero non sia nulla di grave e spero che torni in campo il prima possibile. Ci vuole tanto riposo e molta pazienza, stando con la sua famiglia rientrerà il prima possibile". 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Serie A   Roma   Napoli
Serie A, 38a giornata: Perotti nel Totti day! Roma 2a al 90'
Serie A, 38a giornata: Perotti nel Totti day! Roma 2a al 90'
Non basta il successo del Napoli. Azzurri terzi
Serie A   Juventus  
Bologna-Juventus, Allegri: "Buon allenamento. Felice per Kean"
Bologna-Juventus, Allegri: "Buon allenamento. Felice per Kean"
Il tecnico bianconero: "Era importante chiudere con una vittoria"
Serie A  
Serie A, lampo Kean: Juve cannibale. Atalanta: sorpasso europeo
Serie A, lampo Kean: Juve cannibale. Atalanta: sorpasso europeo
Il Bologna passa in vantaggio, ma viene scavalcato dai bianconeri: 1-2. I bergamaschi vincono 1-0 grazie a Gomez: quarto posto provvisorio