Breaking News
© Getty Images

Benessere, dal latte a ketchup: i dieci alimenti che si possono consumare dopo la scadenza

Ecco le differenza tra "data di scadenza", "da consumarsi entro" e "da consumarsi preferibilmente entro"

BENESSERE I 10 ALIMENTI CHE POSSONO ESSERE CONSUMATI ANCHE DOPO LA SCADENZA / ROMA – Non tutti gli alimenti che finiscono nella pattumiera dopo la data di scadenza sono in realtà da buttare poiché diversi cibi riescono a conservarsi oltre la dicitura riportata sull'etichetta. Dan Cluderay, proprietario di Approved Food, sito web che vende a prezzi scontati cibo che ha superato la data di scadenza, ha elencato sul tabloid inglese The Independent una lista di dieci alimenti che dopo la scadenza possono essere portati in tavola serenamente. Cluderay ha distinto tra le diverse diciture riportate sull'etichetta: "data di scadenza", che significa che non è sicuro mangiare quel cibo oltre la data indicata, "da consumarsi entro", che indica il termine esatto entro cui l'alimento deve essere consumato e "da consumarsi preferibilmente entro", ossia che dopo la data indicata l'alimento è ancora commestibile.

In Gran Bretagna ogni anno vengono gettate nella spazzatura oltre quattro milioni di tonnellate di cibo scaduto che in realtà può essere consumato senza rappresentare un rischio per la salute. "Le persone stanno cambiando le loro abitudini - ha dichiarato Cluderlay - I soldi hanno un valore e la gente comincia a capirlo".

I 10 alimenti che dopo la scadenza possono essere consumati:

1. Patatine: si conservano a lungo grazie alla grande quantità di sale contenuta.

2. Cioccolato: come per le patatine, ma con lo zucchero. Nel cioccolato la grande quantità di zucchero ne garantisce la conservazione.

3. Ketchup: se tenuti in un luogo fresco e asciutto o in frigorifero prodotti come la famosa salsa al pomodoro possono conservarsi anche per un anno oltre la data di scadenza.

4. Yogurt: si può consumare fino a sei settimane oltre la data di scadenza. Se si dovesse creare un sottile strato di muffa, basterà rimuoverla con il cucchiaino e mangiare il contenuto sottostante.

5. Formaggio a pasta dura o stagionato: come per lo yogurt, se inizia a formarsi un po' di muffa è sufficiente grattarla via con un coltello.

6.Latte: fino a quando non ha un cattivo odore o comincia ad addensarsi può essere consumato tranquillamente.

7. Uova: una semplice e veloce prova aiuta a capire se possono essere ancora consumate. Basta immergere le uova in una ciotola d'acqua: se galleggiano è molto probabile che al loro interno si siano accumulati gas e batteri e quindi è meglio non mangiarle, al contrario, se affondano, probabilmente sono ancora buone.

8. Pane: si può riscaldare nel forno anche se è un po' raffermo. Non mangiare, invece, se si è creata della muffa.

9. Riso:  oltre la data di scadenza può durare mesi o addirittura anni.

10. Frutta e verdura: è bene affidarsi al buon senso e, comunque, se non c'è muffa e non sono flaccide possono essere consumate serenamente.

S.C.

Mercato   Roma   Juventus
Calciomercato Roma, Monchi incontra agenti Schick: le ultime di CM.IT
Calciomercato Roma, Monchi incontra agenti Schick: le ultime di CM.IT
Sull'attaccante della Sampdoria è in netto vantaggio la Juventus
Mercato   Lazio   Milan
Calciomercato Lazio, Biglia ai tifosi: "Rinnovo? Non ho fretta"
Calciomercato Lazio, Biglia ai tifosi: "Rinnovo? Non ho fretta"
Il centrocampista risponde alle domande dei tifosi sul suo futuro
Mercato   Roma  
Calciomercato Roma, Gandini: "Binomio con Totti inscindibile"
Calciomercato Roma, Gandini: "Binomio con Totti inscindibile"
L'ad giallorosso sull'addio al calcio giocato del capitano