app_download

PAGELLE E TABELLINO DI ROMA-BOLOGNA

Fatali le distrazioni di Piris e Burdisso. Tra i felsinei spicca il cinismo di Gilardino

Roma-Bologna (Getty Images)
Roma-Bologna (Getty Images)
lascia il tuo
commento
Share
Dai Campi | 16/09/2012 - 16:59
LEGGI ANCHE
20/04/2014 - 20:08
DIRETTA Liga, Barcellona-Athletic Bilbao 2-1: segui la cronaca LIVE
20/04/2014 - 17:27
VIDEO CM.IT - IL PAGELLONE: statistiche e Top 11 di giornata
19/04/2014 - 23:30
PAGELLE E TABELLINO DI FIORENTINA-ROMA
19/04/2014 - 23:02
Serie A, la classifica definitiva dopo la 34esima giornata
dall'inviata Eleonora Trotta

PAGELLE E TABELLINO DI ROMA-BOLOGNA - Le clamorose distrazioni e gaffe del duo Piris-Burdisso vanificano il vantaggio giallorosso, regalando le tre reti della ripresa al Bologna. Tra i felsinei spicca così il cinismo di Gilardino, mentre Zeman può consolarsi con la buona prova - da tempo attesa - di Lamela e la conferma del giovane Florenzi e del solito Totti.

ROMA

Stekelenburg 5 - Trascorre una giornata tranquillissima fino al 71' quando in due minuti viene trafitto da Gilardino e Diamanti. Su entrambe le reti ha però poche colpe. Autore del pasticcio - con l'ingenua partecipazione di Burdisso - della rete del vantaggio rossoblu.

Piris 4,5 - Dalla sua corsia partono le due azioni-gol del Bologna che costringono Zeman a sostituirlo con il giovane brasiliano Marquinhos. Distratto e ancora inesperto per il gioco del boemo che richiede soprattutto una spinta costante. Dal 75' Marquinhos 6 - Mostra personalità e cattiveria. In crescita.

Burdisso 4,5 - Prova macchiata dall'errore sulla rete di Gilardino - l'attaccante ex Genoa riesce infatti a staccare totalmente disturbato - e dalla clamorosa gaffe con la partecipazione del portiere olandese.

Castan 5,5 - Partita dai due volti. Sontuoso per circa 70' dove ha mostrato anche un'apprezzata maturità, troppo rilassato in occasione dell'uno-due dei felsinei. Deconcentrato.

Balzaretti 6 - L'intesa con Totti è sempre costante così come la spinta e spunti sulla-dalla sinistra. Demotivato nella ripresa quando la partita viene improvvisamente e inaspettatamente ribaltata.

Tachsidis 5,5- Partita di personalità, grinta, qualità e quantità nel primo tempo. Cala nella ripresa, quando i felsinei riescono a ripartire indisturbati.

Pjanic 6- Gioca 'lontano' da Totti, e la scelta di Zeman si rivela vincente. Quando ha maggiori spazi, l'ex Lione riesce infatti ad esprimere la sua qualità . Dal 68' Marquinho 5,5 - Con il suo ingresso, i felsinei trovano maggiori spazi. Non si rivela quasi mai pericoloso.

Florenzi 6,5- Seconda presenza dal 1', secondo gol in stagione: il giovane giallorosso è lucidissimo nel ribattere di testa il tiro di destro di Totti respinto dal palo. Conferma poi la personalità e grinta viste a Milano, ma soffre nel finale le ripartenze dei felsinei.

Lamela 7 - Si sblocca con un bellissimo sinistro a giro. Un gol che gli trasmette fiducia e consapevolezza: dai suoi piedi sono arrivati poi diversi suggerimenti per i compagni, e un altro tiro molto pericoloso. Dal 68' Nico Lopez - sv

Destro 5.5 - Buona l'intesa con Lamela, ma manca una maggiore lucidità sotto porta. Cerca il gol disperatamente nella ripresa: sfortunato e impreciso. L'arbitro gli annulla un gol per giusto fuorigioco.

Totti 6- Parte con il botto: due tiri dalla distanza che fanno tremare Agliardi (dal primo nasce la prima rete di Florenzi). Nella ripresa prova a riprendere la partita con due colpi di testa, ma la sfortuna oggi non lo ha accompagnato.

Allenatore Zeman 5 - Il cambio di Lamela e Pjanic, trasmette un eccessivo rilassamento alla sua squadra che rimedia due gol in pochi minuti. Il risultato per il gioco espresso per circa 70' è eccessivamente pesante, ma la sua squadra ha gestito malissimo un risultato che sembrava in cassaforte.

BOLOGNA

Agliardi 6,5- Incolpevole sulle reti giallorosse. Bravo a deviare in angolo un tiro dalla distanza di Totti e un colpo di testa ravvicinato nelle ripresa sempre del numero 10 romanista.

Motta 5 - Dalle sue parti sono arrivati per tutta la gara i maggiori pericoli. Prima i tiri di Totti (dal primo è scaturito poi il gol di Florenzi) poi le discese di Balzaretti. Soffre la buona vena del capitano giallorosso, e in attacco non riesce a proporsi con la richiesta costanza.

Antonsson 6- Soffre la velocità e le verticalizzazioni degli attaccanti giallorossi. Cresce nella ripresa, respingendo come può gli assalti giallorossi.

Cherebin 6 -Come il suo compagno di reparto, ha trovato diverse difficoltà a tamponare gli assalti giallorossi ma nel finale trova le giuste distanze.

Morleo 6- Tra i più propositivi dei felsinei nel primo tempo, rimedia un cartellino per un eccesso di nervosismo.

Taider 6- La tecnica e gli spunti non mancano per la giovane scoperta di Salvatore Bagni. Latita però maggiore - ancora una volta - la concretezza.

Perez 4,5- Molto nervoso perché - nell'azione del gol di Lamela - era a terra e avrebbe voluto l'interruzione del gioco come i suoi compagni di squadra. Con il passare del tempo si incattivisce, rimediando un giusto giallo: Pioli è costretto così a lasciarlo negli spogliatoi dopo il primo temo. Dal 45' Pazienza - Dà maggiore vivacità alla manovra del Bologna.

Guarente  5- Non riesce quasi mai a contrastare le azioni offensive dei giallorossi. Morbido. Dal 45' Pulzetti 7 - Il suo ingresso in campo, coincide con la rimonta del Bologna: dà il là a diverse ripartenze dei suoi.

Kone 6 - Ci prova al 30' con un tiro dalla distanza: la sfera però è centrale e facile per Stekelenburg. Firma l'assist per il gol di Diamanti. Ispirato.

Diamanti 7,5- Si carica totalmente sulle spalle una squadra priva di idee e spunti per circa 70', svariando per tutta la 'trequarti' del campo. Nella ripresa ha maggiori spazi: firma la seconda rete dei felsinei con un sinistro ad incrociare sul secondo palo.


Gilardino 7 - Isolatissimo in attacco per gran parte del match, sigla con un incredibile cinismo la rimonta del Bologna. La prima rete arriva con un sontuoso colpo di testa che scavalca Burdisso e dell'estremo difensore olandese, la seconda invece punisce la clamorosa gaffe del duo Stekelenburg-Burdisso.

Allenatore Pioli 6.5 - Riesce a vincere una partita che sembrava ormai persa con l'ingresso dei più frizzanti Pazienza e Pulzetti. Nella ripresa la sua squadra è infatti più pericolosa, vivace e concreta.

Arbitro Guida 5 - La sua direzione di gara scatena diverse proteste per la gestione dei cartellini. Perez andava espulso, ma anche la manata di Totti poteva essere punita con maggiore severità.

TABELLINO

ROMA-BOLOGNA 2-3
Florenzi 6', 15' Erik Lamela, 71' Gilardino, 72' Diamanti, 89' Gilardino.

ROMA (4-3-3): 24 Stekelenburg; 23 Piris (Dal 75' Marquinhos), 29 Burdisso, 5 Castan, 42 Balzaretti; 15 Pjanic (Dal 68' Marquinho), 77 Tachsidis, 48 Florenzi; 8 Lamela (Dal 68' Nico Lopez), 22 Destro, 10 Totti.
A disp.: 13 Goicoechea, 55 Svedskauskas, 46 Romagnoli, 11 Taddei, 47 Lucca,  26 Tallo.
All.: Zeman

BOLOGNA (4-3-1-2): 25 Agliardi; 11 Motta (Dal 75' Garics), 5 Antonsson, 21 Cherubin, 3 Morleo; 6 Taider, 15 Perez (Dal 45' Pazienza), 17 Guarente  (Dal 45' Pulzetti); 33 Kone; 23 Diamanti, 10 Gilardino.
A disp.: 1 Curci, 22 Lombardi, 45 Carvalho, 20 Abero, 43 Sorensen, 77 Pasquato,  7 Gimenez, 99 Acquafresca, 18 Gabbiadini.
All.: Pioli

Note Ammoniti: Perez (B), Pjanic (R), Castan (R), Balzaretti (R), Tachsidis (R), Morleo (B), Totti (R).

ARBITRO: Guida di Torre Annunziata


LASCIA IL TUO COMMENTO 1124 visite

Se un commento pubblico riceve 20 volte “il pollice verso” cioe’ giudizi negativi, verra’ automaticamente cancellato.
I commenti inseriti dagli utenti registrati non possono ricevere giudizi negativi.
Il tuo attuale indirizzo IP (84.33.193.133) è stato memorizzato.
Ti informiamo che un eventuale utilizzo improprio dello spazio "commenti", potrà identificare chi farà abuso dell' apposito spazio.
SONDAGGIO | Tutti i Sondaggi

Zona retrocessione: chi rischia di piu'?

Bologna
Sassuolo
Altri Sondaggi
(Getty Images)

Nella Tela del Ragno: Haris Tabakovic, il futuro della Svizzera?

NELLA TELA DEL RAGNO HARIS TABAKOVIC YOUNG BOYS WIL ATTACCANTE SVIZZERA / ROMA - Torniamo in Svizzera e continuiamo a parlare di attaccanti. Oggi (...)