Breaking News
© Getty Images

L'Editoriale di Marchetti - La Juve e il mercato italiano

Consueto appuntamento con il nostro editorialista

EDITORIALE MARCHETTI JUVENTUS / L'acquisto da parte della Juventus di Caldara e Orsolini conferma una tendenza sotto gli occhi di tutti. La Juve preferisce il made in Italy. Se Suning e l'Inter in questo ultimo periodo hanno comunque cercato di avvicinarsi al filone (e Gagliardini non è che un esempio di questo), la strategia del calciomercato Juventus ha della radici profonde. Dall'arrivo di Agnelli, Marotta e Paratici la società bianconera ha avuto un filo rosso ben preciso sul calciomercato. Prima di tutto la spesa in Italia, se possibile per gli italiani. Non solo campioni, ma anche giovani promesse.

Ecco perché, dati alla mano, la Juventus ha speso 464 milioni e mezzo di euro in Italia dal 2010. In questi sei anni sono arrivati 5 scudetti, quindi la spesa è stata assolutamente ripagata e se la paragonate a quanto speso all'estero (169 milioni) è evidente che la preferenza c'è eccome. Volete un parametro? Il 73% delle spese della Juve è "italiano". L'Inter e la Roma sono le più esterofile: spendono circa il 44% per acquisti italiani (219 milioni i nerazzurri, 208 la Roma). Napoli e Milan hanno un trend italiano ma non marcato come la Juve: 51% il Napoli (209 milioni) 52% i rossoneri (169 milioni). 

Questo permette alla Juventus di perseguire due obiettivi: con le grandi spese (vedi Higuain e Pjanic) non solo di comprare due dei migliori calciatori in Italia (e quindi di rinforzarsi) ma di indebolire contestualmente le rivali dirette. E allo stesso tempo con i giocatori come Orsolini, tanto per capirci, cerca di gettare le basi per il futuro. Facendo delle scommesse, anche onerose certo. Ma che comunque portano risultati. Perché anche se questi ragazzi non dovessero mai vestire la maglia bianconera nella loro carriera la Juventus ha la possibilità di incassare lo stesso dalla loro crescita e di allacciare rapporti privilegiati, solidi e forti con le società a cui questi giocatori fanno comodo. Come è successo in questi anni con il Sassuolo o con la stessa Atalanta con cui c'è feeling e grande sinergia.

Mercato   Juventus  
Calciomercato Juve, a Bologna le seconde linee in mostra
Da Kean a Mattiello, la trasferta di Bologna sarà una partita utile per la sessione estiva
Mercato   Juventus   Spagna
Calciomercato Juventus, Iniesta come Dani Alves?
Il centrocampista e capitano del Barcellona accostato nuovamente al club bianconero
Mercato   Juventus  
Calciomercato Juventus, UFFICIALE: riscattato Cuadrado
Il colombiano acquistato a titolo definitivo dal Chelsea