Breaking News
© Getty Images

Italia, Tavecchio: "Conte è una macchina da guerra, con lui una gestione rock"

Il presidente della FIGC: "Avevamo bisogno di una scossa"

ITALIA TAVECCHIO CONTE AGNELLI/ ROMA - Notizie Italia targate Carlo Tavecchio, protagonista di una lunga intervista concessa alla trasmissione 'Tiki Taka' in onda su 'Italia Uno'. Il numero uno della federazione, oltre a spiegare i motivi che lo hanno portato a scegliere Antonio Conte come nuovo commissario tecnico della Nazionale, è tornato sulla 'gaffe' a sfondo razzista che rischiava di compromettere la sua elezione e chiarito i rapporti 'diplomatici' con Lotito e Agnelli.

CONTE - "Avevamo bisogno di una scossa, di un condottiero e sono intervenuto in maniera urgente. Abbiamo convinto lo sponsor e adesso Conte è uno dei nostri - hichiarato Tavecchio su Conte, impegnato con i nazionali dopo le sue prime convocazioni -  Cosa mi aspetto da lui? E' una macchina da guerra: con Conte siamo passati da una gestione 'tango' ad una gestione 'rock'".

FEDERAZIONE - "Il calcio italiano deve ripartire dalla base per poter tornare ai vertici. Dobbiamo ripartire dai giovani, inquadrare questa marea di ragazzi e metterli in mostra. Come fare? Ci vogliono i centri di formazione federali. Basta con gli scout privati, dobbiamo creare una struttura che ci permetta di osservare i ragazzi".

OPTI POBA' - "Quella è stata una frase infelice che non rispecchia in alcun modo quello che sono. Da 28 anni sono presente in Africa con aiuti umanitari, ho tre figli in adozione a distanza, ho costituito una cooperativa che produce pomodori da distribuire in due villaggi. In quei giorni ho subito un attacco mediatico che ha coinvolto anche la mia famiglia e i miei affetti più privati".

LOTITO - "Claudio Lotito è il rappresentante della Lega Professionisti Serie A, non l'ho eletto io ma i venti presidenti dei club. Tutti sanno che Lotito aveva chiesto la vicepresidenza vicaria ma io l'ho invitato a fare un passo indietro. Dissidi con Agnelli? In campagna elettorale può succedere ma finisce lì. La nomination per l'Ice Bucket Challenge l'ho interpretata come una mano tesa".

CIRO ESPOSITO - "Della vicenda di Ciro Esposito mi ha impressionato l'atteggiamento della madre: una donna che non ha mai parlato di vendetta nonostante la tragedia subita ma che anzi, ha sempre perdonato. Una comprensione che va sfruttata".

Italia  
Italia, Balotelli presto di nuovo in azzurro?
Italia, Balotelli presto di nuovo in azzurro?
Il ct Ventura e Oriali sugli spalti per Nizza-Psg
Italia   Roma  
Italia, i convocati di Ventura: presente anche Emerson Palmieri
Italia, i convocati di Ventura: presente anche Emerson Palmieri
Il ct ha chiamato per il raduno di Coverciano i giocatori emergenti del momento
Italia   Genoa  
Genoa, Izzo sulla possibile pesantissima squalifica: "Sto vivendo un incubo"
Genoa, Izzo sulla possibile pesantissima squalifica: "Sto vivendo un incubo"
Il 25enne difensore napoletano rischia 6 anni di squalifica più la preclusione e un'ammenda di 20 mila euro.