Breaking News
© Getty Images

Figc, Marotta: "Perplesso dall'attivismo di Lotito pro-Tavecchio. Conte? Sarebbe un ottimo ct"

Le parole dell'amministratore delegato della Juventus prima della votazione per il nuovo presidente della Figc

FIGC MAROTTA TAVECCHIO CONTE / ROMA - Giorno caldo, decisivo per il futuro del calcio italiano. Si vota per il nuovo presidente della Figc e l'amministratore delegato della Juventus, Giuseppe Marotta, ribadisce la posizione dei bianconeri: "La nostra posizione è stata trasparente dall'inizio - esordisce l'Ad ai microfoni dei cronisti presenti all'Hotel Hilton, tra i quali anche gli inviati di Calciomercato.it - Il presidente Agnelli ha contribuito alla stesura del programma affidato al candidato alla presidenza. Non abbiamo trovato riscontro in questo nominativo di Tavecchio. Ma le riforme del programma sappiamo tutti che le dobbiamo attuare. Mi auguro che l'immagine del nostro calcio possa migliorare, ma le premesse non sono idilliache: questi contrasti dialettici delle ultime settimane non sono edificanti. Il problema non sarà oggi, alla votazione, ma domani. Con Lega e Federazione spaccate sarà difficile attuare riforme. Lascia perplesso l'attivismo di Lotito pro-Tavecchio. Sembra ci siano interessi personali più che collettivi".

Marotta, poi, si sofferma sull'ipotesi Antonio Conte per la panchina della Nazionale: "E' un grande allenatore ed un professionista che può far bene in un club e nella Nazionale. Certe scelte, comunque, non dipendono da noi".

Italia  
Italia, Balotelli presto di nuovo in azzurro?
Italia, Balotelli presto di nuovo in azzurro?
Il ct Ventura e Oriali sugli spalti per Nizza-Psg
Italia   Roma  
Italia, i convocati di Ventura: presente anche Emerson Palmieri
Italia, i convocati di Ventura: presente anche Emerson Palmieri
Il ct ha chiamato per il raduno di Coverciano i giocatori emergenti del momento
Italia   Genoa  
Genoa, Izzo sulla possibile pesantissima squalifica: "Sto vivendo un incubo"
Genoa, Izzo sulla possibile pesantissima squalifica: "Sto vivendo un incubo"
Il 25enne difensore napoletano rischia 6 anni di squalifica più la preclusione e un'ammenda di 20 mila euro.