Breaking News
© Getty Images

Mondiali 2014, Brasile disperato per l'infortunio a Neymar. Il medico: "La sua carriera non e' in pericolo"

Frattura ad una vertebra e Coppa del Mondo terminata per il numero dieci verdeoro

MONDIALI 2014 BRASILE INFORTUNIO NEYMAR/ FORTALEZA (Brasile) - Minuto 87 di Brasile-Colombia: Neymar riceve una ginocchiata alle spalle da Zuniga che lo fa crollare a terra. Lo stadio di 'Fortaleza' trattiene il fiato mentre il numero 10 verdeoro non riesce a trattenere le lacrime. L'infortunio è di quelli che possono compromettere un Mondiale. Il verdetto suona come una sentenza: frattura della terza vertebra lombare. Tempo di recupero: tra le 4 e le 6 settimane. Ergo: Coppa del Mondo finita per l'uomo copertina della 'Selecao'.

La notizia dell'infortunio di Neymar ha gettato nello sconforto un popolo intero che già si leccava i baffi per l'imminente semifinale contro la Germania. Impotente, il medico della nazionale brasiliana Ricardo Lasmar ha sentenziato così sull'attaccante del Barcellona: "Non sarà necessaria l'operazione,la lesione è benigna. Al giocatore basterà una fasciatura ma dovrà restare immobile e a riposo per curarsi, la sua carriera non è in pericolo". In Brasile temevano addirittura per la carriera di Neymar. Niente di così grave, ma lo shock è duro da superare: senza il proprio giocatore-simboli, il Mondiale diventa una montagna difficile da scalare per il Brasile di Scolari.

Mercato   Lazio   Milan
Calciomercato Lazio, Biglia ai tifosi: "Rinnovo? Non ho fretta"
Calciomercato Lazio, Biglia ai tifosi: "Rinnovo? Non ho fretta"
Il centrocampista risponde alle domande dei tifosi sul suo futuro
Mercato   Roma  
Calciomercato Roma, Gandini: "Binomio con Totti inscindibile"
Calciomercato Roma, Gandini: "Binomio con Totti inscindibile"
L'ad giallorosso sull'addio al calcio giocato del capitano
Mercato   Juventus   Spagna
Calciomercato Juventus, Iniesta e l'addio: "Valuterò tutto"
Calciomercato Juventus, Iniesta e l'addio: "Valuterò tutto"
Il centrocampista spagnolo del Barcellona sul futuro e Valverde