Breaking News
© Getty Images

Italia, Chiellini: "Siamo meglio di quanto fatto vedere". Abate: "Pronti per l'Inghilterra"

Il difensore della Juventus parla ai giornalisti dal ritiro della Nazionale a Mangaratiba

ITALIA CONFERENZA CHIELLINI BRASILE / MANGARATIBA (Brasile) - Secondo giorno di lavoro in Brasile per la Nazionale di Cesare Prandelli: dopo le parole del commissario tecnico di ieri, oggi è il turno di Giorgio Chiellini  e Ignazio Abate che in conferenza stampa risponderanno alle domande dei giornalisti. Calciomercato.it seguirà per voi in diretta le dichiarazioni del difensore della Juventus e del terzino del Milan a sette giorni dal debutto mondiale. 

CHIELLINI -

"Stiamo iniziando a respirare l'aria del Mondiale. Stiamo cercando di preparare al meglio questa competizione. Abbiamo il tempo per arrivare al massimo al debutto". 

"Una nostra caratteristica è tirare il meglio di noi durante le manifestazioni importanti. Sicuramente siamo meglio di quanto fatto vedere nelle ultime due partite contro Irlanda e Lussemburgo". 

INFORTUNI E MALEDIZIONE IBRAHIMOVIC - "La cosa strana è che sono molti infortuni traumatici e non muscolari. Perdere un Mondiale deve essere davvero brutto".

CONDIZIONE E FASE DIFENSIVA- "Ho preso una botta alla spalla ma mi sono sempre allenato.  Qualche acciacco dopo una stagione comunque lunga ci può stare, ma siamo tutti in ripresa. La fase difensiva è una delle cose sulle quali dobbiamo lavorare per migliorarci: abbiamo un po' smarrito il filo ma stiamo cercando di recuperarlo. Due anni fa avevamo maggior equilibrio e non c'entra il numero di attaccanti ma la distanza tra le linee. Al Mondiale non prendere gol è importante".

GIOCO FISICO - "Ho alle spalle un centinaio di partite a livello internazionale e una sola espulsione, quella con Ronaldo su cui ci sarebbe da discutere: i numeri parlano da soli".

ABATE

"Dobbiamo lavorare in undici e non aspettare la giocata del singolo: forse faremo fatica con tutti ma se giochiamo con umiltà, con voglia di sacrificarci potremo fare bene".

INGHILTERRA - "Hanno cambiato tanto, sono un mix giusto e possono essere la rivelazione del mondiale: noi dobbiamo essere consapevoli della nostra forza e affrontarli al massimo. Confederations Cup un vantaggio? Forse sì, perché abbiamo testato alcune problematiche. Comunque serve spirito di sacrificio: sarà una sfida difficile, loro hanno voglia di sorprendere ma noi nei momenti importanti non abbiamo mai sbagliato e sono convinto che faremo bene al debutto".

ALLENAMENTO - "Abbiamo lavorato tanto in questi giorni, con il Lussemburgo si è visto che la corsa non è ancora brillante".  

MALEDIZIONE DI IBRAHIMOVIC - "Mi dispiace che non ci sia, avrebbe meritato di esserci. Ci saranno comunque tanti campioni, speriamo non ci siano altri infortuni da qui al debutto perché è bello avere una competizione con tanti nomi importanti".

OBIETTIVO - "Non siamo la Nazionale più forte, partiamo sotto a quattro-cinque squadre ma era così anche all'Europeo: però possiamo mettere in difficoltà chiunque e starà a noi dimostrare di poter arrivare più avanti possibile".

 

SEGUIRANNO AGGIORNAMENTI

Italia  
Italia, Balotelli presto di nuovo in azzurro?
Italia, Balotelli presto di nuovo in azzurro?
Il ct Ventura e Oriali sugli spalti per Nizza-Psg
Italia   Roma  
Italia, i convocati di Ventura: presente anche Emerson Palmieri
Italia, i convocati di Ventura: presente anche Emerson Palmieri
Il ct ha chiamato per il raduno di Coverciano i giocatori emergenti del momento
Italia   Genoa  
Genoa, Izzo sulla possibile pesantissima squalifica: "Sto vivendo un incubo"
Genoa, Izzo sulla possibile pesantissima squalifica: "Sto vivendo un incubo"
Il 25enne difensore napoletano rischia 6 anni di squalifica più la preclusione e un'ammenda di 20 mila euro.