Breaking News
© Getty Images

Fair Play Finanziario: Barcellona, Bayern e Real Madrid non rischiano sanzioni

Utili alle stelle per i top club europei che sono perfettamente in linea con il nuovo regolamento

FAIR PLAY FINANZIARO BARCELLONA BAYERN REAL MADRID / ROMA - Top club, sul campo ed in banca. A pochi mesi dalle prime eventuali sanzioni per il mancato rispetto del Fair Play Finanziario, 'Sportmediaset' analizza i bilanci delle maggiori formazioni europee per capire chi rischia e chi, invece, può continuare ad investire in maniera importante. Il Barcellona, in particolar modo, è il club con il più alto utile aggregato in riferimento al primo periodo di monitoraggio (stagioni 2011/2012 e 2012/2013) e supera di oltre 300 milioni la massima deviazione consentita (45 milioni di euro) verso il pareggio di bilancio. L'indebitamento finanziario netto è diminuito e nonostante il super investimento per Neymar i blaugrana non rischiano nulla. 

Così come non rischiano Manchester United, che grazie agli introiti commerciali in costante aumento potrebbe diventare a breve il club più ricco del mondo, il Real Madrid, con un utile aggregato pari a 80 milioni, il Borussia Dortmund, che con il record di fatturato raggiunto lo scorso anno sfiora i 100 milioni di utile aggregato, ed il BayernMonaco che nonostante i super colpi a suon di milioni registra un utile prima delle tasse pari a 22 milioni.

Notizie   Juventus  
Juventus, Dybala punta il Real: "Ci manca un solo obiettivo"
Juventus, Dybala punta il Real: "Ci manca un solo obiettivo"
L'attaccante argentino si è soffermato sulla finalissima di Champions League
Notizie   Inghilterra   Olanda
Europa League, Ajax-Manchester United 0-2: trionfo di Mourinho!
Europa League, Ajax-Manchester United 0-2: trionfo di Mourinho!
I 'Red Devils' battono gli olandesi alla 'Friends Arena' staccando il pass per la Champions
Notizie   Roma  
Roma, Spalletti: "Addio Totti? Lo gestiremo in modo naturale"
Roma, Spalletti: "Addio Totti? Lo gestiremo in modo naturale"
Il tecnico giallorosso sull'ultima partita del numero 10