Breaking News
© Getty Images

Italia, Lippi: "In Brasile possiamo vincere. Il mio rimpianto si chiama Rossi"

L'ex Ct della Nazionale ha analizzato le prospettive della squadra di Prandelli

ITALIA LIPPI BRASILE PRANDELLI / ROMA - Intervistato da 'La Repubblica', l'ex Ct dell'Italia Marcello Lippi ha parlato della squadra ora nelle mani di Cesare Prandelli: "I Mondiali? Possiamo vincerli. Le indicazioni sono positive, Prandelli ha lavorato benissimo. L'Italia, per tradizione e vocazione, è una di quelle squadre che non vanno mai alla Coppa del mondo per turismo".

BRASILE - "I brasiliani sono l'essenza del calcio, sfornano 1500 giocatori all'anno, però hanno vinto appena un mondiale più di noi. E se i rigori di Pasadena nel '94 fossero andati in un altro modo, adesso noi avremmo cinque trofei e loro quattro. Saranno i favoriti. Ma Spagna, Argentina, Germania, Olanda e Italia lo sono altrettanto".

SUDAFRICA - "Accadde che mi mancarono, per varie ragioni, i fuoriclasse decisivi: Buffon, Pirlo, De Rossi. Poi, lo so anch'io che non si può perdere contro la SlovacchiaMi pento di una cosa sola: non avere portato al Mondiale Giuseppe Rossi. Rappresenta la più bella novità del nostro calcio in questo momento, so quanto ha sofferto e lo abbraccio".

LEGGI QUI LE DICHIARAZIONI DI LIPPI SUL SUO FUTURO

Italia  
Italia, Balotelli presto di nuovo in azzurro?
Il ct Ventura e Oriali sugli spalti per Nizza-Psg
Italia   Roma  
Italia, i convocati di Ventura: presente anche Emerson Palmieri
Il ct ha chiamato per il raduno di Coverciano i giocatori emergenti del momento
Italia   Genoa  
Genoa, Izzo sulla possibile pesantissima squalifica: "Sto vivendo un incubo"
Il 25enne difensore napoletano rischia 6 anni di squalifica più la preclusione e un'ammenda di 20 mila euro.