Breaking News
© Getty Images

Inter-Juventus, Mazzarri: "Non parliamo di scudetto. Lichtsteiner poteva essere espulso"

La reazione del mister nerazzurro al pari ottenuto contro i bianconeri

INTER JUVENTUS MAZZARRI/ MILANO - Icardi illude, Vidal pareggia: a 'San Siro' è 1-1 tra Inter e Juventus. Questi i commenti sul match del 'Meazza' dell'allenatore nerazzurro Walter Mazzarri, intervenuto ai microfoni di 'Sky Sport'.

MANO DI VIDAL - "Dal campo abbiamoa avuto la sensazione che Vidal abbia toccato la palla con la mano - ha spiegato Mazzarri - Se dovessimo parlare di episodi arbitrali, dovremmo concentrarsi sul fallo di Lichtsteiner che poteva costargli il rosso ma preferisco non parlare degli arbitri".

LA PARTITA - "Prima del match volevo che l'Inter tenesse il campo come ha fatto contro una squadra di altissimo livello. Avevo bisogno di capire come i ragazzi avrebbero reagito ad una partita del genere. All'inizio siamo stati un po' contratti ma credo che i giocatori abbiano dato delle risposte importanti e di questo ne sono molto orgoglioso".

SCUDETTO - "Questi ragionamenti non vanno fatto perché siamo una squadra in crescita che sta partendo da zero. Questi ragazzi stanno andando oltre le migliori aspettative, più avanti vedremo".

CAMBIO TAIDER-ICARDI - "Ho messo Icardi perché avevo visto la squadra brillante che giocava meglio della Juventus. Il contraccolpo psicologico dell'1-1 ha fatto sì che alla fine potevamo anche perdere la partita, questi cali di concentrazione vanno evitati".

Mercato   Inter  
Calciomercato Inter, Sabatini: "Spalletti candidato molto serio ma..."
Calciomercato Inter, Sabatini: "Spalletti candidato molto serio ma..."
Il responsabile dell'area tecnica di Suning ha parlato del tecnico ora alla Roma
Mercato   Inter  
Calciomercato Inter, Oriali in arrivo dopo l'Europeo U21
Calciomercato Inter, Oriali in arrivo dopo l'Europeo U21
Addio alle Nazionali a fine giugno, quindi il ritorno in nerazzurro
Mercato   Inter  
Calciomercato Inter, con Perisic e Spalletti è già futuro
Calciomercato Inter, con Perisic e Spalletti è già futuro
La cessione del croato e l'arrivo del nuovo tecnico daranno il via alla rivoluzione