• Atalanta
  • Cagliari
  • Cesena
  • Chievo
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Hellas Verona
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Parma
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI MILAN-SAMPDORIA

PAGELLE E TABELLINO DI MILAN-SAMPDORIA

Papa' Cassano in grande spolvero. Seedorf ancora decisivo. Maccarone inesistente


La punizione-gol di Seedorf (Getty Images)
dall'inviato Alessandro Chiatto

16/04/2011 22:46

PAGELLE E TABELLINO MILAN SAMPDORIA / MILANO - Il Milan continua la sua corsa al titolo, sbarazzandosi di una Sampdoria sempre più in crisi e a rischio retrocessione. La giostra rossonera gira grazie a Seedorf e Cassano, grandi protagonisti della serata. Tra i doriani male, malissimo, Maccarone, che da sostituto del barese è diventato un fantasma nell'attacco blucerchiato.

MILAN

Abbiati s.v. - Esce dopo 18' per infortunio. Dal 18' p.t. Amelia s.v. - Mai impegnato, potrebbe anche non entrare e lasciare la porta sguarnita.

Abate 6,5 - Si propone costantemente in avanti, non dimenticandosi di difendere. Da punto debole è diventato punto di forza in pochi mesi.

Thiago Silva 6,5 - Ha gioco facile sui due attaccanti doriani, che non gli creano grattacapi.

Yepes 6,5 - Non corre mai particolari rischi, anzi. Si disimpegna bene ed esce agevolmente palla al piede in più d'una occasione. Dal suo colpo di testa nasce il rigore del raddoppio.

Zambrotta 6 - Si limita a difendere, lasciando talvolta troppo spazio a Dessena. Potrebbe osare di più.

Gattuso 5,5 - Perde troppi palloni, dimostra di essere poco lucido. L'arbitro gli risparmia il giallo per un "vaffa" lanciato nel primo tempo. Disattento e nervoso.

van Bommel 6 - Al contrario del compagno di centrocampo, gestisce con intelligenza ogni pallone ed è bravo a far ripartire l'azione. Dal 28' s.t. Pirlo

Seedorf 7,5 - Mette sui giusti binari una partita che si sarebbe potuta complicare a causa degli infortuni. Segna e mette lo zampone sul gol del 3 a 0. Ha zittito i "critici" di San Siro, che nelle ultime giornate hanno dovuto riporre nel cassetto i fischietti.

Boateng 6,5 - Grande fisicità e, spesso, irruenza. La sua presenza, però, viene sofferta particolarmente dai centrali avversari.

Robinho 6,5 - Come al solito, fa grande movimento su tutto il fronte offensivo. Come al solito, sbaglia molto sotto porta. Come al solito, il gol prima o poi lo trova.

Pato 6 - Parte bene, poi si spegne pian piano, restando comunque tra i più pericolosi. Un inutile colpo di tacco lo costringe a uscire anzitempo. Dal 40' p.t. Cassano 7 - Gioca in modo didascalico, senza esagerare con i tocchi di classe e confeziona un gol, su rigore, e un assist per Robinho.

Allenatore Allegri 7 - Vince senza Ibrahimovic da ormai diverse partite. Impresa non da tutti. E se aggiungiamo che perde Abbiati e, specialmente, Pato nel primo tempo, non possiamo che rendere merito all'abilità del livornese.

SAMPDORIA

Curci 5,5 - Mal posizionato sulla punizione di Seedorf. Beffato anche sul terzo gol, dato che si fa scavalcare dal pallonetto di Cassano. Nulla può, invece, sul rigore.

Volta 5,5 - Lascia spesso scoperta la fascia destra e dalle sue parti Abate trova terreno fertile per affondare.

Gastaldello 5 - Può protestare quanto vuole, ma salta in modo scoordinato e causa un rigore che chiude la partita.

Martinez 6 - Morde sulle caviglie di Pato nel primo tempo. Uno dei meno peggio. Dall'11' s.t. Zauri 5,5 - Non riesce a cambiare passo alla squadra.

Dessena 6 - Robinho e Boateng si muovono molto dalle sue parti, ma lui fa il possibile, riuscendo anche a proporsi talvolta in avanti.

Tissone 5,5 - Si lascia travolgere a centrocampo dalla mediana rossonera e non riesce mai a interrompere un'azione.

Palombo 5,5 - La sua grinta è fondamentale in questa parte di stagione blucerchiata e, probabilmente, è proprio quella che manca.

Koman 5,5 - Si vede poco e si sente ancora meno. Inconsistente.

Laczko 5 - Dovrebbe cercare di dare un minimo di movimento al centrocampo, ma risulta decisamente impalpabile.

Pozzi 5 - In quello che per un attimo fu il suo stadio, ci mette quantomeno l'impegno. Ma non basta. Dal 30' s.t. Biabiany s.v.

Maccarone 4,5 - Corre, quasi sempre a vuoto. Non riesce mai a rendersi pericoloso, ingabbiato dai centrali rossoneri.

Allenatore Cavasin 5 - Imposta la squadra in modalità "non prenderle" e gli tocca portare a casa tre gol sul groppone. La sua Sampdoria non effettua un tiro in porta per tutta la partita e pensa, male peraltro, a difendersi.

Arbitro Celi 6 - Sorvola su un "vaffa" rivoltogli da Gattuso, e su questo si potrebbe discure ore. Nell'unico grande episodio della gara non sbaglia. Gastaldello ferma il colpo di testa di Yepes con il braccio ed è giusto assegnare il rigore. Il difensore blucerchiato, però, dovrebbe anche esser eammonito.

TABELLINO

Milan-Sampdoria 3-0

Milan (4-3-1-2): Abbiati (18' p.t. Amelia); Abate, Thiago Silva, Yepes, Zambrotta; Gattuso, van Bommel (28' s.t. Pirlo), Seedorf; Boateng; Robinho, Pato (40' p.t. Cassano). A disposizione: Papastathopoulos, Antonini, Flamini, Emanuelson. Allenatore Allegri.

Sampdoria (4-4-2): Curci; Volta, Gastaldello, Martinez (11' s.t. Zauri), Dessena; Tissone, Palombo, Koman, Laczko; Pozzi (30' s.t. Biabiany), Maccarone. A disposizione: Da Costa, Ziegler, Padalino, Poli. Allenatore Cavasin.

Arbitro Celi

Marcatori: 20' Seedorf (M), 54' rig. Cassano (M), 61' Robinho (M)

Note: 60.028 spettatori, incasso € 1.302.726,61



Commenta con Facebook